Categoria: 

ULTRA TRAIL DEL LAGO D'ORTA 2019 - OMEGNA (VB)

Sottotitolo: 
Buona la prima nella 100k per l'ex azzurro Christian Pizzatti...

23/10/2019
Tags: 
utlo
ultra trail del lago d'orta
trail running
omegna
verbania

Nella gara principe sigillo dello svedese, trapiantato a Camaiore, Carl Johan Sorman, team Mud and snow – New Balance....

Un'edizione bagnata quella della VibramUTLO 2019. Gli oltre 2100 iscritti sulle cinque distanze previste, di cui ben 450 provenienti da paesi stranieri, hanno dovuto affrontare un'avversario in più: una pioggia battente ha infatti interessato i percorsi dalla notte di venerdì fino al termine della manifestazione. Mai è stata in discussione la sicurezza degli atleti. Un attento monitoraggio dei passaggi critici nei giorni precedenti la gara e il giorno stesso della partenza ha infatti permesso di valutare con molta attenzione la situazione e, proprio perché la sicurezza deve sempre essere al primo posto è stata decirsa una leggera modifica ai percorsi della 140Km e della 100Km: niente discesa e risalita in Vallestrona in cui era presente un guado non praticabile sul torrente Nagarla, in totale una riduzione di circa 7Km in lunghezza e 800mt di dislivello.

La gara regina, sul nuovo percorso da 140Km, partita alle 20 di venerdì 18 alla presenza, nonostante il tempo, di un folto pubblico è stata caratterizzata da un duello per la testa a due tra Giulio Ornati, Team Salomon, e lo svedese, trapiantato a Camaiore, Carl Johan Sorman, team Mud and snow – New Balance. Ornati, vincitore lo scorso anno della 120Km, è rimasto in testa, con un vantaggio che ha raggiunto un massimo di 12 minuti, fino al controllo di Cesara, nell'ultima parte del tracciato però Sorman ha innestato una marcia in più raggiungendo per primo il traguardo con un vantaggio di 9 minuti. Alle spalle di Sorman e Ornati si è piazzato un brillante Stefano Ruzza, Team Vibram, che dopo un serrato duello con Alessio Zambon, Summano Cobras, fino al passaggio di ritorno ad Omegna ha poi imposto il proprio ritmo mantendo agevolmente la terza posizione fino al traguardo.

 

 

 

La gara al femminile ha visto tre atlete battersi per il podio: Nella prima parte di gara Scilla Tonetti, Ferrino Women Team, ha dettato il passo fino ad al punto di controllo di Orta dove la russa Maria Nazarova, Sport Marafon, ha preso la testa della gara mantenendola fino al traguardo finale. La Tonetti ha poi dovuto vedersela con Laura Trentani, che le ha preso la seconda posizione dopo la salita al Monte Mazzoccone, riuscendo a riconquistarla nell'ultima parte di gara lasciando alla Trentani il terzo gradino del podio.

Sulla 100Km al maschile si è imposto Christian Pizzati, TRM Team, che dopo il passaggio di ritorno ad Omegna ha imposto il proprio ritmo fino al traguardo. Al secondo posto, con un distacco di circa 30 minuti, con una gara tutta in recupero si piazza lo svizzero Etienne Pillonel, mentre al terzo posto, con un gran finale si piazza un altro svizzero Andreas Manz, Bayard Running Team.

Molto combattuta anche la gara al femminile dove tre atlete, la polacca Natalia Tomasiak, Salomon Suunto Team, alla sua prima 100Km, la francese Delphine Avenier, CMBM Endur'activ, decima all'UTMB 2019 e l'italiana Monica Dalmasso, Podistica Val Vermenagna, si sono alternate sui gradini del podio fino all'arrivo che ha visto prevalere la Tomasiak, con un vantaggio di un solo minuto sull'Avenier, al terzo posto la Dalmasso.

La 60Km al maschile ha visto la vittoria del neozelandese Sam McCutcheon, Scott Running, terzo alla LUT 2019, sul campione locale Riccardo Borgialli, Team Salomon, e a Moreno Sala, GSA Cometa. Podio completamente appannaggio delle atlete straniere quello femminile: il primo posto va alla svizzera Kathrin Goetz,Compressport / Hoka one one, vincitrice della LUT 2019, ottava assoluta davanti alla tedesca Eva Sperger, Gore Wear, undicesima assoluta, ed alla polacca Claudia Chmielowska, TRM Team, quattordicesima assoluta.

Nella 34Km il valsesiano Mattia Bertoncini, Team Salomon, si impone su Fabio Cavallo, Team Marguareis e Daniele Calndri, ASD Inrun. Al femminile Chiara Giovando, Atletica Monterosa Fogu Arnad, vince sulla russa Maria Nagumanova, terza la tedesca Franziska Schneider, VFL Waldbreitbach.

Nella 17Km di chiusura di domenica, la vittoria in campo maschile va a Alessandro Ferrarotti, GAC Pettinengo, davanti a Mohamed El Amin Dakhil, Volpi d'Invò, e Poletti Federico, GS Fulgor Prato Sesia. Tra le donne vince Givanna Cerutti davanti a Erika Forni, terza Rigo Priscilla, GSA Valsesia.

 

 

Aggiungi un commento