Categoria: 

VIGOLANA SKYRACE 2019 - VIGOLO VATTARO (TN)

Sottotitolo: 
Già aperte le iscrizioni per la gara sulle vette della Vigolana..

25/4/2019
Tags: 
vigolana skyrace 2019
apertura iscrizioni
tracciato
trentino

Un “viaggio” spettacolare, che attraverserà boschi, salirà per sentieri verticali, toccherà cime e passerà per creste affilate e tecniche...

La data da segnarsi in agenda è domenica 4 agosto. Nata lo scorso anno grazie alla volontà di un gruppo di ragazzi – iscritti all’Asd Senza Freni – che sui sentieri della Vigolana sono cresciuti, la manifestazione è stata subito apprezzata dagli appassionati delle corse a fil di cielo.

 

E’ da qui che riparte l’avventura. Con una conferma importante: il percorso, nonostante la devastazione della tempesta Vaia di fine ottobre, sarà lo stesso del 2018. E quindi la competizione vedrà ancora gli atleti sfidarsi sul tracciato di venti chilometri e 1.700 metri di dislivello positivo.

Un “viaggio” spettacolare, che attraverserà boschi, salirà per sentieri verticali, toccherà cime e passerà per creste affilate e tecniche. Con panorami che spazieranno a 360 gradi. Ma ripercorriamolo insieme: si parte da Vigolo Vattaro, a 675 metri, per salire subito – ma con pendenze ancora leggere – fino a malga Dos del Bue. Il vero dislivello comincia ora: imboccato il sentiero Sat 445-444, ci si "arrampica" per mille metri fino al bivacco Vigolana e alla Madonnina, con il paesaggio che, alle spalle, progressivamente abbraccia i laghi di Caldonazzo e Levico e la Valsugana. Uno sguardo al panorama prima di passare alla forcella Val Larga: da qui si sale ancora verso cima Vattaro e verso il panoramico Becco di Filadonna, gran premio della montagna a 2.150 metri. Il dislivello è in gran parte concluso. Ma non la fatica: si imbocca infatti il tecnico sentiero delle creste, passando velocemente per cima Vigolana e puntando verso il Becco della Ceriola, con magnifica vista sulla valle dell’Adige. Quindi giù in picchiata verso il Sass dell'Aquila, malga Derocca e, infine, verso Vigolo Vattaro e il traguardo.

Lo scorso anno, la classifica aveva premiato i “muscoli” trentini. A imporsi era stato infatti l’atleta di casa – tra gli organizzatori – Andrea Debiasi, che era giunto al traguardo in 2.11.40. Sarà questo dunque il tempo da battere per chi, quest’anno, si presenterà alla partenza con ambizioni di vittoria. Tra le donne nella prima edizione la medaglia d’oro era andata a Elisa Presa, che aveva concluso le sue fatiche in 2.52.40.

Come fare dunque per assicurarsi un pettorale? Le iscrizioni sono già aperte: per avere informazioni dettagliate basta visitare il sito www.vigolanaskyrace.it.

Per informazioni: info@vigolanaskyrace.it

Aggiungi un commento