.Scarpa

Categoria: 

4ª TAPPA CAMPIONATO ITALIANO SKYRUNNING

Maurizio Torri
5/6/2010

INTERNATONAL SKYRACE DEL CARNIA... IL COUNTDOWN E' COMINCIATO!!

Archiaviata la prova orobica di san Giovanni Bianco domenica prossima si correrà la prova griffata Aldo Moro Paluzza...

Due salite con altrettante discese, un tracciato tecnico e muscolare ricco di storia e un’organizzazione impeccabile sono i tratti caratteristici di questa gara. Per presentarvela meglio abbiamo incontrato e intervistato Andrea Di Centa.

Per il secondo anno consecutivo vi troverete ad ospitare una tappa del campionato tricolore; bell'impegno, ma anche un riconoscimento per un club che sta puntando molto sullo skyrunning..

«Storicamente l'Aldo Moro ha sempre avuto grande tradizione nella corsa in montagna. Anzi ce la sentivamo un pò stretta per le caratteristiche dei nostri atleti. Lo skyrunning è invece la disciplina che più si adatta alle nostre caratteristiche e soprattutto si avvicina moltissimo alla passione che abbiamo di andar per montagna. Organizzare gare poi è uno dei punti cardine della nostra società. E quindi cimentarci nell'organizzare gare nello skyrunning ci è venuto facile grazie alla straordinaria collaborazione che abbiamo in loco da parte di tutti ed al territorio ricco di affascinanti scenari».

Due salite impegnative con altrettante discese tecniche.. Come si interpreta una gara come la vostra?

«Credo che un vero skyrunner si veda proprio quando in una gara si affrontano almeno 2 salite importanti. La qualità tecnica e la preparazione emergono sempre quando si affronta la seconda salita. Anche le discese tecniche sono determinanti ed a volte fanno più selezione delle salite. E nella nostra gara le discese si sentono eccome nelle gambe».

Gara muscolare ma dai passaggi a dir poco suggestivi e ricchi di storia... Quali i più spettacolari?

«Nella prima parte del percorso vengono valorizzate le malghe, il passaggio alla cima più alta della gara (Monte Floriz mt. 2184), il transito al Rifugio Marinelli ed il passaggio spettacolare nella famosa "scaletta" (foro attrezzato nella roccia). Nella seconda parte, in cima al "Pal Piccolo", si corre all'interno delle trincee della Grande Guerra. Ci si immerge con la mente ed il corpo dentro la storia degli anni 1915/1918».

Visto l'eccellente stato di forma di Tadei Pivk e Paola Romanin i primi posti sono già prenotati o dobbiamo attenderci il prepotente ritorno del campione italiano Matteo Piller Hofer?

«Tadei e Paola saranno al top ma mi aspetto sicuramente anche un Matteo in gran forma. Come squadra abbiamo programmato diversi obiettivi stagionali per singolo atleta. Per Matteo è giunto il momento di far valere le sue doti dopo un gran lavoro di carico nella preparazione. Mi aspetto belle cose anche da Morassi Alessandro che rientrerà dopo mesi lontano dalle gare causa malattia».

Da ricordare che questa gara fa parte del TROFEO SKYRACE FVG: un circuito che premia coloro che partecipano alle seguenti 3 prove

- SKYRACE CARNIA - Paluzza 13 giugno

- SKYRACE delle DOLOMITI FRIULANE - Forni di Sopra 29 agosto

- SKYRACE del MONTE CAVALLO - Piancavallo 12 settembre

Per tutti coloro che porteranno a termine le 3 gare, ci sarà un GADGET molto bello... GILLET TECNICO della CRAZY

CLICCA QUI X TUTTE LE INFO SULLA GARA

Aggiungi un commento