.

Categoria: 

Da venerdì a domenica scialpinismo “Xtreme” : In Valle d’Aosta scocca l’ora del Tour du Rutor

Maurizio Torri
31/3/2009

In Valgrisenche e sul Rutor si deciderà la Coppa del Mondo. 3, 4 e 5 aprile, tre giorni di gara con i fantastici scenari valdostani. In vetta alle classifiche Reichegger e Roux (FRA)

Marco Camandona ed i suoi più stretti collaboratori stanno contando le ore che mancano al via della finale di Coppa del Mondo di scialpinismo. Venerdì, sabato e domenica, infatti, va in onda la 14.a edizione del Tour du Rutor Extrême, con quest’ultimo “aggettivo” che sottolinea una gara diversa, su tre tappe, tutte impegnative e che assegneranno, appunto, la prestigiosa coppa di cristallo.

La competizione valdostana è sicuramente tra le più seguite al mondo, e lo conferma il fatto che tutti i migliori, nessuno escluso, saranno al via di questa innovativa formula di gara che fa coppia con l’altrettanto mitica Pierra Menta, l’evento francese assieme al quale dà vita al Trophée des Alpes.

I responsabili del tracciato in queste ultime ore hanno passato al setaccio ogni metro, apportando le ultime modifiche. Nella terza tappa, ad esempio, è stata sostituita la prima salita perché il pendio poteva presentare pericolo di instabilità, ma la modifica varierà di poco il profilo della gara, una cinquantina di metri in meno nel dislivello.

È nevicato fino a ieri, neve bagnata, ma Camandona afferma che col bel tempo di oggi tutto si dovrebbe assestare. Per i giorni di gara le previsioni meteo sono favorevoli. Qualche nuvola, ma fondamentalmente il sole è pronto a strizzare l’occhio ai 322 atleti annunciati al via, che affronteranno oltre 6.000 metri di dislivello nelle tre tappe.

Il Tour du Rutor Extrême non può essere una gara di massa, è affrontabile anche dagli atleti non èlite, ma ci vuole una preparazione di base elevata.

La Coppa del Mondo ha celebrato la penultima giornata sabato scorso con la Dachstein Xtreme, in Austria. Per quanto riguarda la classifica, dopo la sesta tappa la situazione ora sembra consolidata. È certo che il Tour du Rutor Extrême sarà un giudice severo e la gara giocherà molto sul ruolo delle coppie. Il ranking della Coppa del Mondo “overall” è solo individuale, ma anche le competizioni a coppie concorrono ad assegnare punteggio, e in questo caso ovviamente a ciascun componente la coppia. Tra i maschi, dopo la vittoria di Dachstein, Manfred Reichegger è sempre più solo al comando davanti al francese Buffet ed all’astro nascente Kilian Jornet Burgada (Spagna). Reichegger, in questo weekend, può contare anche su un grande alleato, il suo compagno di squadra Dennis Brunod, col quale ha condiviso tanti successi e che è attualmente 8°, mentre i compagni di squadra di Buffet (Perrier) e di Burgada (De Villa) non si sono dimostrati così competitivi. Tra il resto, una grossa mano ai “nostri” potrebbe venire dal gioco di squadra degli alpini con Trento ed Eydallin che potrebbero frapporsi tra Reichegger-Brunod e gli altri avversari, vista anche la vittoria pari merito alla Pierra Menta.

Per quanto riguarda la situazione femminile, la francese Roux è sempre al comando, mentre la valtellinese Pedranzini è seconda con la Martinelli terza, ma anche per la Pedranzini vale il discorso fatto per i maschi, visto che quando è in coppia con la Martinelli è difficilmente battibile. E dunque il Tour du Rutor Extrême potrebbe anche cambiare le carte in tavola per la Roux. Non dimentichiamo che in gara c’è pure la coppia valdostana Pellissier-Clos che potrebbe condizionare la classifica di Coppa.

Se gli scenari invocano una gara epica, gli interessi agonistici di “Coppa” infiammeranno ancor più le tre giornate.

Saranno in gara anche i giovani, e si tratterà probabilmente di una passerella per il campioncino di casa, Filippo Righi, che ha vinto l’argento in Coppa del Mondo junior, davvero un incoraggiante biglietto da visita per la società organizzatrice.

La prima tappa si svolgerà sui pendii della Valgrisenche (dislivello 2145 m.), la seconda sarà la gara classica del “Rutor” (2294 m.) con partenza da Planaval, e la terza ritorna in Valgrisenche (1850 m. circa), mentre il cuore operativo della manifestazione organizzata dallo Sci Club Gex sarà ad Arvier.

Info: www.tourdurutor.com

Coppa del Mondo scialpinismo – situazione dopo 6 gare

(Civetta SkiRace, Valtellina Orobie, Pyramide d’Oz, Font Blanca Arcalis, Pierra Menta, Dachstein Xtrem)

Maschile:

1 Manfred Reichegger
2 Yannick Buffet
3 Kilian Jornet Burgada
4 Denis Trento
5 Florent Troillet
6 Lorenzo Holzknecht
7 Matteo Eydallin
8 Dennis Brunod
9 Tony Sbalbi
10 Marcel Marti

Femminile:

1 Laetitia Roux
2 Roberta Pedranzini
3 Francesca Martinelli
4 Mireia Miró
5 Gabrielle Magnenat
6 Izaskun Zubizarreta
7 Klaudia Tasz
8 Séverine Pont Combe
9 Gloriana Pellissier
10 Sophie Dusautoir Bertrand

Aggiungi un commento