Categoria: 

CDM ISMF domani si corre la Civetta

Maurizio Torri
19/12/2008

Unica incognita, la presenza di Guido Giacomelli

Coppa del mondo di scialpinismo, domani pomeriggio si comincia con la prima prova individuale. Ad alzare il sipario sul neonato circuito ISMF sarà una super classica di inizio stagione come la Civetta Ski Raid. Nel bellunese sono attesi tutti i migliori, o quasi. Per quanto ci riguarda, l’Italia vedrà il valdostano Emanuel Conta subentrare nel ruolo di CT ad Adriano Greco. «Siamo alla vigilia di un inverno denso di impegni. Ciò che mi aspetto dal settore assoluto sono le conferme dei nostri atleti più rappresentativi. Le sorprese mi piacerebbe averle in ambito giovanile. Se lo scorso anno sono stati più che graditi gli exploit di ragazzi come Daniel Antonioli o Michele Boscacci, mi piacerebbe vedere qualche altro volto nuovo. Il massimo sarebbe in ambito femminile dove soffriamo una mancanza di ricambio generazionale». Passando ai singoli protagonisti, incognita sulla presenza di Guido Giacomelli: «Per problemi lavorativi quest’autunno non ho avuto modo di prepararmi a puntino; sono quindi ancora lontano da una condizione di forma decente – ci ha confidato -. Solo in serata deciderò o meno se prendere parte alla Civetta». Gara che, nelle passate edizioni, ha sempre visto soffrire il campionissimo di Cepina: «Nel 2007 l’ho persa in volata, mentre un’altra volta ero giunto nelle retrovie. Dovessi deciderla di correrla, so a priori che ci sarà da soffrire». Tra chi ha invece confermato di esserci vi sono Denis Brunod, Manfred Reichegger, Martin Riz, Denis Trento, Matteo Eydallin e Lorenzo Holzknecht. Se tra i francesi spiccano Alexandre Pellicier e Florent Perrier, nella lista favoriti menzione d’obbligo va al catalano Kiljan Jornet e allo svizzero Florent Troillet. Per quando riguarda la categoria femminile, riflettori sulla francesina Laetitia Roux, ma attenzione alle nostre Francesca Martinelli, Gloriana Pellissier e Roberta Pedranzini. «Sono reduce da un attacco influenzale che mi ha un poco debilitato, ma non cerco scuse; sarò al via per staccare il miglior piazzamento possibile – ha dichiarato quest’ultima -. Rapportandomi ai responsi maturata lo scorso inverno, direi che l’atleta da battere sarà sicuramente Laetitia Roux». Per tutti, partenza fissata per le 15.15 dal piazzale del Nevegal, dopo lo starter gli atleti saliranno in quota percorrendo la pista Faverghera. Il dislivello di sola salita sarà di 1500 metri diluiti in quattro ascese con un tratto da affrontare a piedi e con gli sci nello zaino. La prova di Coppa del Mondo sarà seguita dalle telecamere della Rai e di Sky Sport. La Rai manderà in onda una sintesi di 30 minuti il 26 dicembre, Sky Sport inserirà la Ski Raid nel proprio palinsesto con la trasmissione Icarus.

Aggiungi un commento