.

Categoria: 

17° MEMORIAL FABIO STEDILE - PASSO ROLLE

Maurizio Torri
2/12/2010

AL VIA ANCHE GLI AZZURRINI DELLA NAZIONALE!!!

L'innovativa idea del 17° Memorial Fabio Stedile, la prima gara della storia dello sci alpinismo italiano riservata esclusivamente alle categorie giovanili, ha già riscosso importanti consensi...

All'appuntamento che andrà in scena domenica 12 dicembre a Passo Rolle, grazie all'organizzazione dell'Associazione sportiva Cauriol di Ziano di Fiemme e che avrà l'onore di aprire ufficialmente l'edizione numero 19 della Coppa delle Dolomiti, ha risposto presente addirittura la nazionale italiana giovani di sci alpinismo.
Una gara che ha una duplice valenza e obiettivo: primo quello di diventare un evento che permetta alla nazionale e ai Comitati Fisi di avere una manifestazione di selezione ad inizio stagione, secondo quello di far avvicinare all'agonismo il maggior numero possibile di giovani, che posso tranquillamente iscriversi alla competizione attraverso la società organizzatrice e allo stesso tempo cimentarsi in totale sicurezza in una gara che si annuncia spettacolare ed emozionante. E in questo caso senza l'assillo del cronometro.

Sul nuovo evento è particolarmente entusiasta anche l'allenatore responsabile del settore giovanile della Fisi Nicola Invernizzi. «Il movimento giovanile – spiega il tecnico lecchese della Valsassina - per crescere ha bisogno del lavoro della base, ma altresì gli sci club per decidere di attivare un settore giovanile hanno bisogno che ci siano anche le competizioni per under 20. Trovo la gara che andrà in scena a Passo Rolle una magnifica intuizione, peraltro condivisa e subito patrocinata da me e dal responsabile di settore Oscar Angeloni, che ci servirà, assieme al raduno in Valtellina della settimana successiva, per formare il team che parteciperà agli appuntamenti tricolori e di Coppa del Mondo, il primo dei quali è a Pelvoux (Francia) già l'8 e 9 gennaio. La nazionale ha bisogno che ci siano gare di selezione ad inizio stagione e mi auguro che questo progetto trentino possa avere una continuità negli anni».

A Passo Rolle sono dunque attesi tutti i più importanti Comitati d'Italia con le loro squadre, dal Veneto alla Lombardia, dalla Valle d'Aosta al Piemonte e Friuli Venezia Giulia, oltre al Trentino. Certa la presenza dei cinque azzurrini "ufficiali", ovvero i trentini Mirko Ferrari e Federico Nicolini, i valdostani Stefano Stradelli e Alessandra Cazzanelli, quindi la valtellinese Silvia Piccagnoni, ma soprattutto di tanti giovani emergenti ed osservati speciali del team azzurro.

Il Memorial Stedile, inizialmente era abbinato alla Coppa delle Dolomiti, poi tre anni fa includeva quattro gare con una classifica finale in altrettante competizioni del circuito, ora è diventato una gara a sé e metterà in palio un montepremi riservato alla migliore società, che si impegnerà ad investire questa cifra per la cultura della sicurezza in montagna. Si tratta dunque della prima competizione della storia in Italia dedicata esclusivamente alle categorie giovanili, per l'esattezza cadetti (dai 15 ai 17 anni) e juniores (dai 18 ai 20 anni).

Nel frattempo il direttore di percorso, nonché allenatore del Comitato Trentino, Carlo Zanon ha pressoché definito il tracciato di gara, che ha avuto il nulla osta anche da parte di Franco Nicolini, supervisore tecnico della Fisi trentina e il vero ideatore di questa manifestazione. Rispettando i regolamenti federali gli atleti affronteranno due giri di un percorso che prevede 850 metri di dislivello e una lunghezza di circa 6 km a tornata, dei quali la metà in salita. Teatro della kermesse sarà la zona della vecchia pista Rossa a Passo Rolle, ora l'attuale pista Paradiso, con lo start che è previsto in località Buca Ferrari, quindi è subito prevista una salita verso la piccola Cavallazza,da dove inizierà un breve tratto a piedi con gli sci in spalla, quindi cambio pelli e discesa nuovamente verso Buca Ferrari.

Aggiungi un commento