Categoria: 

MONFERRATO & LOMELLINA SU DUE RUOTE....

Sottotitolo: 
La Lomellina e il Monferrato, spunti turistici da coniugare insieme…

17/7/2019

Short break inconsueto, a ritmo slow, tra percorsi tra le risaie, ricettività di charme, safari frog, visite a cantine e infernot, degustazioni di prodotti a km zero e coccole ayurvediche, ovviamente …al  riso!

a un’ ora di auto da Torino Milano e Genova, possono offrire idee e proposte al ritmo slow di questo anno del turismo lento ma anche all’insegna del superamento di confini turistici geografici predefiniti. E anche se già operativa, la proposta (del consorzio Sistema Monferrato e dell’ATL della provincia di Alessandria) è perfetta per il mese di settembre: tra i colori che mutano nel passaggio dall’estate all’autunno e temperature miti, uno short break di 4 giorni che unisce paesaggio, benessere all’aria aperta - anche sulle due ruote - ricettività di charme, sapori a kilometro zero rigorosamente autentici e coccole wellness, perfette dopo la pedalata… ma rigorosamente a tema. Antiche dimore trasformate in hotel di charme, pronte ad accogliere gli ospiti con tutto il fascino di una fiaba. Magnifiche terrazze con vista sulle colline del Monferrato, circondate da parchi e giardini che regalano tutte le sfumature dei colori di settembre. Da una di queste location, si dipana un programma rilassato e variegato, modulabile in base alle esigenze dei partecipanti, ma che tra le sue proposte più suggestive prevede:

 

- la visita alla Pila , straordinario magazzino del riso settecentesco, a Sartirana, in Lomellina, piccolo cameo di archeologia industriale e un tocco glamour, con la visita alla mostra permanente dedicata a Ken Scott, grande stilista, americano di nascita, ma italiano di adozione.

- visite a affascinanti cantine storiche e borghi e agli infernot (la specula vinaria ipogea, tipica del Monferrato, che ha valso al territorio, insieme al paesaggio vitivinicolo, il titolo di Patrimonio Unesco).

- escursione in bici sul Po: lungo la ciclovia costituita da un percorso principale che si snoda sulla sponda sinistra del Po e da molti itinerari secondari che permettono di raggiungere località di grande interesse storico e naturalistico, accompagnati da guide cicloturistiche specializzate, sia in pianura sia sulla collina in sponda destra, in un territorio ricco di storia, dalla Rocca di Verrua Savoia sino ai confini della Lomellina. E, giunti a Casale Monferrato, la ciclovia principale si porta sulla sponda destra, dove si scopre via via il volto più naturale e selvaggio del Po. Lungo tutto il percorso, gestito dal Parco del Po pannelli di approfondimento e di lettura del paesaggio consentono di godere appieno della scoperta di questo territorio.

Aggiungi un commento