Categoria: 

VILLACIDRO SKYRACE 2021

Sottotitolo: 
Luca Del Pero e Paola Gelpi vincono la prima di Coppa Italia Fisky...

25/4/2021
Tags: 
coppa italia fisky
Villacidro skyrace
sardegna

I due lombardi hanno vinto la quarta edizione della sky sarda (21 km spalmati su 1900 metri di dislivello) valevole come prima di otto tappe di Coppa Italia Fisky..

Il 23enne atleta dei Falchi di Lecco, dopo aver condotto l’intera gara in solitaria, ha fermato le lancette dell’orologio su 2h06’30”, precedendo sul podio Lorenzo Rota Martir (Hoka Rookie Team – 2h08’48”) e l’ultra trailer Franco Collé (Hooka Rokie Team – 2h10’57”). Nella top ten Gianluca Ghiano, Luca Arrigoni, Luca Carrara, Alessandro Riva, Roberto Gheduzzi, Davide Sanna e Roberto Usai.

 

 

La Laspo girl Paola Gelpi, comasca di Lezzeno, ha invece tagliato il traguardo di via Dessì (quartier generale della manifestazione) con il finish time di 2h39’16” (undicesima assoluta). Alle sue spalle è giunta Giuditta Turini (team Karpos – 2h41’15”) che, nell'ultima discesa è riuscita a infilare la giovane Martina Bilora. A onore di cronaca va detto che la neo mamma Francesca Rusconi,  in bagarre con Gelpi per il successo finale, ha visto sfumare i propri sogni di gloria per un "dritto" fuori programma. Persa la retta via è poi stata aiutata dalla compagna di scuderia Daniela Rota, con la quale ha poi tagliato il traguardo. 

 

Sotto l'arco d'arrivo, alle spalle di Gelpi, sono quindi sfilatenell'ordine Giuditta Turini e Martina Bilora (La Sportiva – 2h41’28”). Quarto posto per la vincitrice 2019 Stephanie Jimenez, partita con il pettorale 1 in qualità di madrina della Villacidro Skyrace. Fra le migliori dieci di giornata rientrano Daniela Rota, Francesca Rusconi, Ginevra Cusseau, Cecilia Pedroni e Pina Deiana. 

 

 

Sono stati circa 250 i partecipanti alla manifestazione promossa dal Team Margiani guidato dall’infaticabile Paolo Curridori (Margiani è anche il nome della montagna simbolo della manifestazione), e che passando per la cima Coppi della punta Santu Miali (a quota 1062 metri) hanno sgambettato tra i suggestivi saliscendi comprensivi di passaggi tra creste, pietraie e paesaggi boschivi (identica ambientazione del romanzo “Paese d’ombre” di Giuseppe Dessì, indimenticato vincitore del Premio Strega).

 

CLICCA QUI PER LE CLASSIFICHE!!

 

Aggiungi un commento