Categoria: 

VALMALENCO ULTRA DISTANCE TRAIL 2021

Sottotitolo: 
Tre gare, tanto pubblico… un grande spettacolo

17/7/2021
Tags: 
valmalenco ultra distence trail

Fine settimana di grande sport tra le montagne di confine tra Italia e Svizzera con tre gare battagliate dall’inizio alla fine....

Valmalenco Ultra Distance Trail, cronaca di un successo annunciato. Fine settimana di grande sport tra le montagne di confine tra Italia e Svizzera con tre gare battagliate dall’inizio alla fine. VUT 90k, 100 Miglia del Bernina e 35K per ripartire alla grande dopo un anno di top forzato. 500 eroi provenienti da una decina di nazioni, sono stati accolti da un pubblico sempre caloroso.  

 

VUT LA GARA PRINCIPE DI UN LUNGO WEEK END DI CORSE IN NATURA:

la distanza di 90k si conferma la gara regina. Quella che, con i suoi quasi 200 runner al via e con un pubblico assai più numeroso, fa sognare e emozionare. Fuoco alle polveri a partire dalle 23.00 di venerdì, con i campanacci e le incitazioni del pubblico ad accompagnare gli atleti fino all’ingesso del bosco a Torre Santa Maria. Gara condotta per la sua quasi totalità da un brillantissimo Moreno Sala che ha stoppato l’orologio sul filo delle 14 ore, per la precisione 13h59’07’’.

 

 

Alle sue spalle Dino Melzani e Jimmy Pellegrini, arrivati insieme con il tempo di 14h34’28’’. Tra le donne ad avere la meglio è stata l’atleta di casa Laura Besseghini con il tempo di 16h16’21’’. Argento per  l’altra sondriese della Valgerola Serena Piganzoli 17h41'18" terza  si è invece piazzata Marta Moretti in 17h42'38" .  Nella formula staffetta la più veloce è stata la squadra Team Inforlife formata da Fabio Congiu, Federico Caspani e Ivan Besseghini (13h02’33’’).   Al femminile si sono invece imposte Francesca Galli, Elena Peracca e Stephanie Labruyere in 16h38'37".

100 MIGLIA UNA NEW ENTRY CHE HA RISCOSSO GRANDE SUCCESSO:

buona la partecipazione anche per la 100 miglia del Bernina, new entry 2021, che ha esordito giovedì 15 con partenza da Piazza Garibaldi a Sondrio alle ore 11 e si è conclusa al limite delle 60 ore disponibili, con l’arrivo dell’ultimo finisher a Caspoggio. Bel duello nella prima parte di gara tra Peter Kienzl, tra i favoriti, e lo svizzero Jonas Russi. È stato proprio quest’ultimo ad avere la meglio e a tagliare per primo il traguardo a Caspoggio fermando il cronometro a poco più di 24 ore dal via (24h20’10’’). Da evidenziare la super rimonta del locale Luca Schenatti che, giocando in casa e dimostrando grande maestria sul tecnico. Durante la notte ha sorpassato Kienzl, aggiudicandosi la seconda posizione con il tempo di 25h07’36’’. Il gigante Oliviero Bosatelli ha mantenuto la quarta posizione per l’intera gara, chiudendo in 26h21’54’’. Al femminile al contendersi l’oro e poi a chiudere la gara insieme, le strepitose Melissa Paganelli e Giulia Saggin. Un bell’esempio di spirito sportivo quello di queste due atlete, arrivate in 33h56’30’’. Terza piazza per Simona Colpo con 50h56’41’’. 

 

 

 

ATLETI DI LIVELLO E GRIFFE D’AUTORE SULLA 35K: 

alle 9 di sabato mattina, con la 100 miglia ancora in corso e la 90 chilometri in pieno svolgimento, è partita anche la 35 k. Grande trionfo in quest’ultima per il bormino campionissimo di corsa in montagna e skyrunning Marco De Gasperi, amatissimo e acclamato da tutto il popolo della VUT. Il fuoriclasse del team Scarpa ha chiuso in 3h43’ 58’’. Alle sue spalle Luca Arrigoni (3h50’ 34’’) e Giovanni Rossi (4h00’ 50’’).

 

 

Per le quote rosa il podio è di Cecilia Pedroni (5h21’03’’), seconda piazza per Maria Eugenia Rossi (5h28’ 33’) e Raffaella Rossi a completarlo con i tempi di 5h31’30”.   

 

CLICCA QUI per classifiche!!

 

Aggiungi un commento