Karpos

Categoria: 

TROFEO KIMA: MONDIALE DI ULTRASKYMARATHON ISF

Maurizio Torri
2/8/2010

IL COUNTDOWN E' COMINCIATO...

A meno di un mese dalla “Grande Corsa sul Sentiero Roma”, in programma in Valmasino (So) nel weekend del 28-29 Agosto e valevole come prova unica di campionato mondiale di UltraSkyMarathon, questa mattina enti pubblici e partner privati si sono schierati al fianco dell’Associazione Kima presentando ai media quello che da tutti i corridori del cielo è ritenuto uno degli appuntamenti più attesi dell’estate 2010

Nella sala consigliare della Provincia di Sondrio, a fare gli onori di casa ci ha pensato il locale assessore allo sport Alberto Pasina: «La Provincia di Sondrio è una terra a vocazione turistica con una diffusa e consolidata tradizione sportiva. Valtellina e Valchiavenna sono apprezzate nel mondo per la bellezza dei loro paesaggi e per le numerose eccellenze. Il Trofeo Kima, fin dalla sua prima edizione, contribuisce a rafforzare questo importante patrimonio e tutto ciò avviene in una realtà come quella della Valmasino che ha saputo conquistarsi di anno in anno estimatori in tutto il mondo. Un plauso quindi agli organizzatori che con caparbietà e dedizione si dimostrano capaci di offrire ai numerosi appassionati e ai visitatori un’occasione unica e suggestiva». Presenti al tavolo delle autorità anche Fausto De Bianchi del BIM, il sindaco di Valmasino Ezio Palleni e il neo presidente della Comunità Montana Bassa Valtellina Alan Vaninetti. Tutti, all’unisono hanno espresso il loro gradimento e supporto per un evento che nel corso degli anni è divenuto una vera e propria gara “mito” tra quelle d’alta quota.

Archiviati i saluti di rito, la parola è subito passata alla presidente del comitato organizzatore Ilde Marchetti: «Lo scorso anno, in occasione della Valporcellizzo SkyRace, avevo promesso che il Kima sarebbe tornato alla grande. Ebbene penso di avere mantenuto la promessa. A fine mese chi per primo si presenterà al traguardo di Filorera sarà campione mondiale di UltraSkyMarathon. La vetrina iridata e la presenza di grandi campioni saranno solo il primo passo di un grande progetto: tornare ad essere la “Gara Numero 1”. Un tempo il Kima era la manifestazione di riferimento e vuole tornare ad esserlo. Ciò grazie all’aiuto di enti pubblici, partner importanti come COBAT e Touring Club Italiano, sponsor privati, ma soprattutto grazie all’affetto della gente. Già, perché il Kima non è solo sport, ma è anche turismo, cultura. Il Kima è patrimonio di tutti quelli ch l’hanno visto nascere e crescere. Il Kima è di tutti coloro che amano la montagna. Per questo vi invito sin da ora ad essere presenti in massa all’edizione 2010. L’edizione del rilancio».

Per l’occasione è stato inoltre presentato lo spot televisivo che promuoverà il riciclo delle batterie esauste tramite raccoglitori appositamente posizionati presso i rifugi alpini della Valmasino. A lanciare il video che suggella la collaborazione con la “Grande Corsa sul Sentiero Roma” è stato niente meno che il presidente del COBAT Giancarlo Morandi: «Il Consorzio Nazionale Batterie Esauste, nella sua nuova veste che lo vede protagonista nella raccolta di rifiuti di pile e accumulatori sia portatili, sia per veicoli e industriali continua a portare avanti il proprio impegno per la tutela dell’ambiente. La montagna, sotto quest’aspetto, è senza dubbio un ecosistema fragile che deve essere rispettato. Per questo motivo il COBAT è partner di un prestigioso evento, come il trofeo Kima, da sempre finalizzato alla promozione di un turismo sostenibile».

Pur non essendo presente in sala, anche Fabrizio Galeotti - Direttore Generale del Touring Club Italiano – ha voluto portare i saluti dell’altro main partner dell’edizione 2010: «Il Trofeo Kima è una manifestazione di grande valore e prestigio, che ha un valenza non solo sportiva ma anche culturale. Come la Bandiere arancioni del Touring portano a scoprire un’Italia cosiddetta “minore”, poco conosciuta ma che non ha nulla da invidiare a località più famose, così il Trofeo Kima è una cavalcata alla scoperta di sette meravigliosi – e poco conosciuti - passi alpini tutti da scoprire. A piedi, di corsa, in marcia o in bicicletta, nel rispetto dell’ambiente, della natura e anche di noi stessi».

Auguri per un’edizione iridata che si preannuncia stellare sono giunti pure dai vertici federali: «Ben tornato Trofeo Kima Ultra SkyMarathon – ha esordito il presidente della ISF Marino Giacometti -. Per la International Skyrunning Federation, che ho l’onore e onere da rappresentare, la gara sul Sentiero Roma rappresenta una delle pagine più impegnative e significative del panorama mondiale skyrunning. E’ anche per questo che abbiamo deliberato l’assegnazione del titolo mondiale di “ultra” che sarà onorato da molti atleti di diverse nazioni».

Aggiungi un commento