.Scarpa

Categoria: 

TROFEO KIMA 2010....

Maurizio Torri
16/6/2010

SI CORRERÀ DOMENICA 29 AGOSTO IL CAMPIONATO MONDIALE ULTRASKYMARATHON ISF

Il Trofeo Kima, in fondo, mondiale lo è sempre stato. Per tacito accordo, chi vinceva la “Grande Corsa sul Sentiero Roma” era di fatto ritenuto il numero 1, il più forte di tutti. Quest’anno, però, la federazione internazionale ha voluto assegnare un tributo speciale al tracciato più tecnico, impegnativo e spettacolare del palcoscenico internazionale. Il prossimo 29 Agosto, il primo “corridore del cielo” a presentarsi sotto il traguardo di Filorera (So) sarà campione mondiale di specialità

Una simile investitura meritava una cornice di assoluto livello; per questo Ilde Marchetti ha scelto come sede della conferenza stampa di presentazione niente meno che la Sala Consiglio meneghina del Touring Club. A tenere a battesimo quella che di fatto si prefigura come l’edizione del rilancio di una delle più importanti manifestazioni podistiche non solo sondriese, ma di tutto l’arco alpino vi erano Fabrizio Galeotti (Direttore Generale Touring Club Italiano), Massimo Sertori (Presidente della Provincia di Sondrio), Giancarlo Morandi (Presidente Cobat), Marino Giacometti (Presidente della ISF) e ovviamente Ilde Marchetti (Presidente Associazione Kima).

«Nella sede del Touring ospitiamo diverse manifestazioni – ha esordito Galeotti -. Il Kima, anche solo per la sua valenza sportiva è per noi un po’ atipica. Siamo comunque lieti di poterla presentare nella sua veste mondiale, sia perché c’è stata proposta da un socio autorevole come Giancarlo Morandi, sia perché la kermesse della Valmasino ha un indiscusso valore di promozione e valorizzazione del patrimonio paesaggistico alpino. Un aspetto sul quale il Touring, da sempre punta moltissimo».

Alle sue parole hanno fatto eco quelle del comitato organizzatore, qui rappresentato da Ilde Marchetti: «Il potere assegnare il primo mondiale di UltraSkyMarathon è per noi motivo di orgoglio e soddisfazione. Il Kima non è una gara come le altre; non è una gara alla portata di tutti. Per affrontare 50km in montagna con 3800m di dislivello e attraversare 7 passi alpini tutti sopra i 2500m, bisogna essere preparati. Per questo si è deciso di restringere il numero dei partenti facendo diventare “La Grande Corsa sul Sentiero Roma” una prova d’elite. Al Kima in versione mondiale sarà comunque affiancato il MiniKima da 6 e 16 km e la consueta premiazione della guida emerita. Insomma, al quartier generale di Filorera, la scaletta eventi per l’ultimo weekend di agosto si prospetta bella densa di appuntamenti».

Al tavolo dei relatori, anche il presidente della Provincia di Sondrio si è schierato al fianco dell’associazione no profit della Valmasino: «Tra gli obiettivi di un amministratore di una vallata alpina vi è la tutela e la salvaguardia dell’ambiente; che in fondo è il bene più prezioso che abbiamo. Il Trofeo Kima, tra le manifestazioni sportive legate alla montagna è da sempre uno dei nostri fiori all’occhiello. Per questo lo abbiamo sostenuto e continueremo a farlo».

E proprio il Kima farà da testimonial per un importante partnership siglata tra Provincia di Sondrio e Cobat: «Il nostro consorzio ha tra i propri obiettivi il raccogliere le batterie al piombo per poi portarle al riciclo – ha esordito Giancarlo Morandi -. Da sempre quindi diamo grande attenzione all’ambiente e alle sue problematiche. Con l’amministrazione provinciale di Sondrio abbiamo appena siglato un accordo per il recupero delle batterie esauste e sfrutteremo la visibilità dell’evento Kima per fare conoscere a valtellinesi e turisti la bontà di questa partnership».

Se il sindaco di Valmasino Enzo Palleni ha invitato i presenti a non perdersi uno degli appuntamenti sportivi più attesi dell’estate sondriese, il presidente della federazione internazionale dello skyrunning Marino Giacometti si è invece augurato il meritato successo dell’evento: «A livello federale non potevamo scegliere gara migliore per assegnare il mondiale di UltraSkyMarathon. Con buone condizioni meteo sono sicuro che il Kima tornerà agli antichi fasti».

A testimoniare il proprio sostegno al Kima 2010, Monica Rizzi (Assessore allo Sport, Giovani e Promozione Attività Turistica della Regione Lombardia), ha invece dichiarato: «Con la consapevolezza che lo sport è tra i principali veicoli di promozione del territorio, anche quest’anno Regione Lombardia, Assessorato Sport e Giovani, dà il suo patrocinio e contributo al Trofeo Kima, manifestazione capace di coniugare i valori dello sport con un profondo rispetto per la natura e di valorizzare il territorio e le sue tradizioni. Il Trofeo Kima, gara mondiale di Ultra Sky Marathon, offrirà da un lato la possibilità agli atleti di misurarsi in un percorso stimolante ed impegnativo, dall’altro accenderà i riflettori sull’affascinante paesaggio della Val Masino, promuovendo contestualmente la bellezza delle nostre montagne lombarde».

Aggiungi un commento