.Scarpa

Categoria: 

STAVA SKYRACE... DOMENICA LA 5ª EDIZIONE

Maurizio Torri
26/6/2010

LARGER SFIDA DAPIT, PINTARELLI, BUTTI E RATTI

Il primo risultato sorprendente della quinta edizione della Stava Sky Race, in programma domenica 27 giugno in Val di Fiemme e valida come prova di selezione per i campionati mondiali, arriva dalle iscrizioni, visto l’Unione sportiva Cornacci ha chiuso a quota 180...

Un buon numero considerata la validità e la tipologia del percorso, visto che misura 21,5 km, con un dislivello in ascesa di 2125 metri e un dislivello in discesa di 1902 metri. C’è dunque grande attesa per la classica gara fiemmese riservata ai corridori del cielo, anche perché, viste le credenziali dei partenti, regna davvero l’incertezza nella gara maschile con l’atleta di casa Paolo Larger dato in grande forma, che dovrà però difendersi da avversari più che mai agguerriti con eccellenti risultati in questa prima parte di stagione, come il friulano Fulvio Dapit vincitore nel 2007, il trentino Gil Pintarelli e gli emergenti Stefano Butti (recente vincitore della prima edizione della Reseg-Up a Lecco) e Carlo Ratti. Confermata pure la presenza di Giovanni Tacchini, sul podio nell’ultima edizione, quindi da tenere d’occhio il primierotto Michele Tavernaro, i tre valtellinesi Dario Songini, Emanuele Miotti e Andrea Calcinati, nonché Matteo Piller Hofer.

La gara femminile, invece, ha già la sua predestinata. Si tratta della valtellinese Raffaella Rossi, che ha tutte le carte in regola per iscrivere il suo nome nell’albo d’oro della manifestazione. Assente Antonella Confortola, che ha deciso di preservarsi per gli europei di corsa in montagna del prossimo week-end, è dunque la valtellinese la candidata principale al gradino più alto del podio. Prestazioni alla mano hanno buoni tempi nelle gambe anche la fassana Nadia Scola e l’altoatesina Annemarie Gross.

La partenza viene data domenica alle 8.30 dal centro di Tesero e per i partecipanti inizia subito il tratto più impegnativo, ovvero l’ascesa che porta dai 1010 metri del centro fiemmese ai 1900 metri di Sass Redon, per salire ancora ai 2189 metri del Monte Coron, con spettacolare vista sulla catena del Lagorai. Segue la prima discesa di quasi 3 km sino ai 1800 metri di località Casera Vecia per poi salire gradualmente ai 2358 metri del Monte Agnello lungo la dorsale della costa Garbioie. Ancora 4 chilometri in saliscendi sino al Doss dei Branchi (2274 metri), per poi tuffarsi nella discesa finale, particolarmente tecnica e impegnativa nel primo tratto. Sono 5,5 km che portano al traguardo di Stava, durante i quali come tutti gli anni, non mancano le sorprese nella classifica finale.

Anche quest’anno non mancheranno dei premi speciali, che verranno consegnati nel corso della premiazione di domenica pomeriggio. Verrà consegnato il Memorial Dario Zeni al primo atleta che transita sul Monte Cornon, quindi un Premio La sportiva alla prima donna che transita sul Monte Agnello e a chi stabilisce il miglior tempo nella tratta Monte Cornon – Monte Agnello. Infine è previsto il premio Camp (nota azienda di Premana) all’atleta più veloce nella tratta Monte Agnello – Stava.

Stava Sky Race non è solo gara per i corridori del cielo. Come ogni anno l’Unione sportiva Cornacci propone lo stesso giorno della competizione riservata ai big la Mini Stava Sky Race, una manifestazione non competitiva riservata ai più piccoli nati fra il 1993 e il 2003. I futuri specialisti delle skyrunning si cimenteranno lungo un percorso di circa 2,5 km con partenza e arrivo presso il Palazzetto dello Sport di Stava, affrontando una strada sterrata attraverso un lariceto di pura bellezza. Il termine ultimo per l’iscrizione (5 euro) è domenica mattina alle ore 9 presso la zona partenza, mentre lo start verrà dato alle 9.30 e con successivo pranzo offerto a tutti i bambini iscritti. A seguire tanto divertimento con giochi e animazione sino alle 14, quando è prevista la premiazione. L’intero ricavato verrà devoluto all’Associazione Bambi – Bambino Malato Onlus di Castello di Fiemme.

SERATA CON WALTER NONES

Si intitola “Emozioni d’alta quota” la serata organizzata in occasione della Stava Sky Race dall’Us Cornacci di Tesero. Protagonista l’alpinista trentino Walter Nones che racconterà la sua toccante esperienza del 2008 con l’ascesa al Nanga Parbat in Pakistan (8125 metri). L’appuntamento è fissato per le ore 21 presso il Palazzetto dello Sport di Stava ed è ad ingresso libero. Nato a Cavalese nel 1971, Walter Nones è Guida Alpina, Istruttore Scelto Militare di Alpinismo e Istruttore di sci presso il Centro Carabinieri Addestramento Alpino di Selva di Val Gardena in provincia di Bolzano. Amante della montagna fin da piccolo, inizia a scalare sulle Dolomiti all’età di 14 anni, per scoprire cosa si vedeva da lassù.

Aggiungi un commento