Categoria: 

SKY RACE MONTE CAVALLO 12 SETTEMBRE 2010

Maurizio Torri
26/7/2010

SKY RACE MONTE CAVALLO,ORGANIZZAZIONE AL TOP PER UN SOGNO: UNA PROVA DEL CAMPIONATO ITALIANO SKYRUNNING NEL 2011!!

La terza edizione della gara che abbraccia le province di Pordenone di Belluno e che coinvolge un numero incredibile di volontari, in tutto quasi centottanta persone, si disputerà domenica 12 settembre con partenza e arrivo a Piancavallo. Per ricordare Benito Saviane, uomo di sport e frequentatore da sempre delle montagne dell’Alpago, il comitato organizzatore ha voluto istituire un premio speciale per il miglior tempo fatto registrare nel tratto in discesa da Forcella Lastè a Malga Pradosan...

Il percorso che si è disputato integralmente solo lo scorso anno a causa di una pioggia incessante nel 2008, ha un dislivello complessivo di sola salita di 1650 metri diluiti in ventidue chilometri di lunghezza. La Skyrace del Monte Cavallo è valida come terza e ultima prova del Trofeo Skyrace Friuli Venezia Giulia.

Lo scorso anno hanno preso il via oltre duecento atleti, lo scopo della terza edizione è di superare i trecento concorrenti.

Il comitato organizzatore, in questi giorni ha dato inizio a una lunga serie di riunioni tecniche per coordinare al meglio il lavoro di decine di associazioni che rendono possibile questa affascinante competizione di skyrunning tra i sentieri del Monte Cavallo.

La gara partirà e arriverà nei pressi del palazzetto polifunzionale Promotur a Piancavallo. La struttura sarà adibita a quartier generale per l’accoglienza e per tutti i servizi post gara offerti agli atleti. All’interno del palazzetto i concorrenti per aiutare la muscolatura a smaltire più velocemente l’acido lattico accumulato nelle lunghe salite potranno usufruire del servizio gratuito di “massaggi”.

Il tracciato, subito dopo la partenza, salirà lungo la Val Grande sino a raggiungere l’omonima forcella, da qui il percorso si svilupperà nel territorio dell’Alpago in provincia di Belluno. Si passerà per il Rifugio Semenza, e sfiorando Cima Vacche si scenderà a Malga Pradosàn, il punto più basso del percorso. A quota 1338 metri gli atleti inizieranno la lunga risalita verso Forcella Palantina. Raggiunta la Forcella il sentiero è tutto in discesa, una lunga galoppata che riporterà i concorrenti sotto al traguardo di Piancavallo.

Per quando riguarda gli eventi collaterali domenica mattina alle 9.30 in concomitanza con la Sky Race si disputerà la “Sky Race dei ragazzi” gara di corsa in montagna riservata ai più giovani suddivisi in tre fasce d’età.

L’organizzazione è affidata al Team Montania Racing, gruppo sportivo molto impegnato agonisticamente, ma anche professionalmente preparato per l’organizzazione di manifestazioni sportive. La terza edizione sarà l’occasione più appropriata per testare la macchina organizzativa in vista di una probabile assegnazione nel 2011 di una prova del Campionato Italiano di Skyrunning.

“A settembre dobbiamo dimostrare il nostro valore – ha detto Michele Livotti, coordinatore della skyrace durante il primo incontro con i volontari – gli ingranaggi del nostro motore devono girare perfettamente. Il 2011 è vicino e dobbiamo realizzare il nostro progetto agonistico: portare il Campionato Italiano sulle nostre montagne.”

PERCORSO:

Il percorso della gara si sviluppa nel gruppo montuoso Col Nudo-Cavallo, tra le province di Pordenone e Belluno.

La manifestazione avrà luogo a Piancavallo, nota località turistica, situata ai piedi dell'omonimo gruppo. Il monte Cavallo, detto anche Cima Manera dall’inconfondibile forma ben visibile da tutta la pianura friulano-veneta, insieme con i suoi satelliti, il Cimon dei Furlani, il Cimon di Palantina, il Monte Tremol e Colombera, verrà interamente aggirato per un totale di circa 20 Km e 1650 m di dislivello in salita. La partenza avverrà presso il Palaghiaccio (1270 mt).

Con orientamento NORD-NORD-EST si scende verso il Pian delle More e in circa 3-4 km. di strade sterrate e poi percorrendo il sentiero 925,ci si porterà all’antica sorgente naturale del Tornidor per poi dirigere verso l’erta Val Grande e raggiungere faticosamente l’omonima Forcella (1926 mt.) situata tra il Monte Caulana e il ramo nord-orientale del Monte Lastè.

Attraversando l’altipiano carsico dell’alta Val Sperlonga, e con mirabili panorami sulle Dolomiti Cadorine e di Sinistra Piave, si incomincia ad aggirare con direzione SSO tutto il versante Nord del gruppo del Cavallo. Transitando alla Forcella Lastè (2040 m) punto più alto della nostra attraversata, si scenderà rapidamente verso il Rifugio Semenza (2020 m) per imboccare la Val de Piera a destra sul sentiero 926.

Con veloce discesa e rasentando la Cima delle Vacche, si raggiungerà il punto più basso del nostro itinerario: Malga Pradosàn, a 1338 mt. Da località Pian delle Lastre avrà inizio l’ultima lunga risalita. Dapprima su strada sterrata e poi per vecchi pascoli attraversati dal sentiero 923, si raggiungerà con andamento regolare la bella conca della Casera Palantina (1521 mt.).

Ora dirigendosi verso SSE il percorso si fa più ripido e tutto d’un fiato condurrà direttamente a Forcella La Palantina (1778 mt). Lasciati alle spalle la Val Belluna e le sue Dolomiti con il lago di Santa Croce e il vasto altipiano del Cansiglio, si ridiscende rapidamente alla Baita Arneri (1627 m).

Da qui percorrendo in leggera salita il panoramico sentiero Gerometta, ci si porta ad incrociare il sentiero CAI 924 in Val Sughet, sotto le meravigliose balze rocciose del Cimon dei Furlani, della Palantina e della Cima Manera. Con ripida discesa, in direzione sud, si arriverà rapidamente a Casera Capovilla, da dove in breve si raggiungerà il Palaghiaccio e quindi alla fine del percorso.

TEMPI DI PERCORRENZA:

Escursionisti: 6 ore

Escursionisti allenati: da 4 a 5 ore

Escursionisti allenati: da 4 a 5 ore

Atleti mediamente allenati: da 3 a 4 ore

Skyrunner di buon livello: da 2 a 3 ore

Top Skyrunner: entro le 2 ore

Aggiungi un commento