Categoria: 

RUNVINATA 2013 - LECCO (LC)

Sottotitolo: 
Si correrà sabato 14 settembre e varà 14 km e 1000 mt di dislivello

Nicola Gavardi
5/7/2013
Tags: 
runvinata
skyrace
presentazione
nuova
gara
lecco

Nasce dalla volontà di un gruppo di amici che ha deciso di fare qualcosa per la propria comunità pastorale "Madonna alla Rovinata"....

Il Resegone con la Grigna è il simbolo delle  montagne lecchesi; domina incontrastato la città e sui suoi crinali da ben 4 anni gli skyrunners provenienti da tutta la Lombardia vi lasciano  fiato, gambe e cuore. Alla sua destra “siede” il Magnodeno, che con i suoi 1241 mt rappresenta una cima di notevole interesse grazie anche al paesaggio che si può ammirare dalla sua vetta. Errore prendere sotto gamba questa salita. Non si deve essere ingannati da pendii che visti da lontano sembrano “docili ” rispetto al temibile Resegone. Niente paura perché sabato 14 settembre 2013 ,proprio su questo terreno, si terrà la prima edizione della Runvinata Skyrace  e sarà l’occasione per saggiare le proprie gambe. Abbiamo incontrato per voi uno degli organizzatori :  Gianluca “cine” Corti...

 

 

Gara inedita per il lecchese. Da dove nasce lo spirito di questa skyrace?

Nasce dalla volontà di un gruppo di amici che ha deciso di fare qualcosa per la propria comunità pastorale, e in questo caso, la comunità pastorale “Madonna Alla Rovinata” che racchiude i rioni lecchesi  di Germanedo, Belledo e Caleotto.

 

Al giorno d’oggi è sempre più difficile organizzare delle buone competizioni. Qual è la formula giusta da proporre?

Abbiamo preso spunto da diverse gare presenti sul territorio, e ultimamente ce ne sono parecchie. Un po’ con le esperienze di tutti, abbiamo cercato di fare un mix, speriamo vincente, di tutte le caratteristiche delle varie Resegup, Monte Barro, Dario&Willy…ecc…Stiamo puntando principalmente sulla sicurezza e assistenza sul percorso, coinvolgendo tutte le associazioni presenti sul territorio della comunità pastorale. Abbiamo ricevuto risposte confortanti e siamo fiduciosi sul numero di volontari che presiederanno i punti strategici del percorso
 

Ci puoi descrivere gli aspetti tecnici della Runvinata SkyRace?

Ogni volta che descrivo la gara, il mio interlocutore mi risponde “Caspita, dura come gara!”. La salita del percorso Rosso, quello più probante, si può dividere in 3 parti: una prima parte molto veloce, passando per le strade del Caleotto e di Belledo, dove inizia il sentiero che porta in Carbonera; una lunga ma non impegnativa salita a Campo de Boi, intervallata da un tratto pianeggiante in quel di Neguggio e poi il pezzo forte della gara: la salita che dalla chiesetta di Campo de Boi porta in vetta al Magnodeno con i suoi 500m di dislivello in poco meno di 2km di sviluppo. La discesa avverrà sul versante di Maggianico per i primi metri per poi riprendere la via verso Germanedo percorrendo la zona boschiva denominata “I Grassi”. Una discesa tutta da spingere e abbastanza tecnica, direi molto divertente.

 

 

 

 

3 percorsi per tutti i gusti…

Si, è stata la prerogativa fin da gennaio, quando abbiamo iniziato a pensare alla gara. Il percorso Verde è aperto a tutti senza limiti d’età e obbligo di certificato medico agonistico, documento indispensabile per gli altri 2 tracciati. Devo dire che ogni volta che percorro il “Verde”, rimango estasiato dal colpo d’occhio sul Resegone appena arrivati a Neguggio. Sicuramente da provare. Vorrei cogliere l'occasione per ringraziare tutti quanti stanno lavorando con estrema vivacità alla realizzazione della Runvinata Skyrace. Un gruppo davvero affiatato.
 

www.runvinata.it

 

GUARDA IL PROFILO ALTIMETRICO DELLA GARA

Aggiungi un commento