.

Categoria: 

PREMANA (LC): IL GIIR DI MONT… DÀ I NUMERI: 500 SKYRUNNER AI NASTRI DI PARTENZA

Maurizio Torri
25/7/2009

L’A.S. Premana chiude in anticipo le iscrizioni, troppe adesioni! potrebbe essere scontro Kiljan Jornet Burgada (ESP) & Ricardo Mejia (MEX)

A Premana, in Valsassina (Lecco) si sta preparando il “palco” mondiale della World Series di skyrunning, letteralmente la gara dei “corridori del cielo”, domenica 26 luglio si corre infatti la 17.a edizione del “Giir di Mont”.

È una disciplina spettacolare, che di anno in anno cresce in consensi ed importanza, ed il fatto che l’A.S. Premana si è vista costretta a chiudere le iscrizioni in anticipo per troppe richieste ne è testimonianza.

Dunque raggiunto il primo obbiettivo - sono 516 gli atleti che hanno perfezionato l’iscrizione - ora gli uomini del Giir di Mont, coadiuvati dal responsabile Filippo Fazzini, sono concentrati su due fattori, il percorso, che è già in condizioni ottimali ma che viene continuamente monitorato, e la viabilità di Premana. Si stanno organizzando i parcheggi perchè un numero considerevole di persone, corridori e spettatori, affollerà oltremodo strade e paesi limitrofi.

Intanto la segreteria del Giir di Mont…”dà i numeri”! Sono in 329 ad aver scelto il percorso completo, quello di 32 km con 2400 metri di dislivello, invece saranno al via della “Mini Skyrace” 187 atleti, ai quali sarà chiesto di gareggiare sulla comunque impegnativa distanza di 20 km e 800 metri di dislivello, sempre a spasso sui monti di Premana e sfiorando gli alpeggi, in questo periodo affollati di gente.

In gara sul percorso lungo un autentico “nonno delle fatica”, quell’Antonio Gianola, classe 1929, che ha partecipato a tutte le edizioni della gara di Premana, proprio come a tutte le edizioni della Marcialonga dello sci di fondo, la dura maratona che si corre in Trentino.

Tra lui, “senatore” del Giir di Mont, e Sara Fazzini, la più giovane in gara, ci sono ben sessant’anni di differenza. Numeri più “morbidi” nella Mini Skyrace, col più giovane addirittura diciassettenne (Francesco Bergamaschi) e con il più “navigato” che vanta 65 anni (Giuliano Proserpio).

È giovanissimo anche il favorito che sarà in gara col numero 1, quel Kilian Jornet Burgada che lo scorso anno ha fatto “saltare” i cronometri con un tempo stellare, 3h.10.18, che gli è valso il record. Il 21enne catalano vanta un curriculum mondiale non solo nello skyrunning, ma anche nello scialpinismo. È campione del mondo di corsa in quota 2007 e 2008, campione del mondo di scialpinismo e vincitore della Coppa del Mondo e delle più prestigiose corse internazionali. Lo scorso anno ha vinto pure la massacrante Ultra Trail du Mont Blanc, per la quale ha improntato la sua preparazione anche quest’estate. Insomma è il maggior favorito, anche se nel Campionato Europeo una settimana fa non era proprio in gran forma.

Sarà dunque un confronto tra “grandi” dello skyrunning: Ricardo Mejia ha vinto l’edizione 2007 del Giir di Mont, e ora è il leader del Campionato del Mondo. Sarà in gara col pettorale numero 2, anche se pure a lui spetterebbe il numero 1. Ci sono poi gli italiani da podio nella classifica provvisoria del Mondiale, ovvero Fulvio Dapit (2°) e Paolo Larger (3°). In questo genere di gare non s’improvvisa di certo, ma ci sono tanti altri atleti, italiani e stranieri, che possono puntare al podio. E così per l’Italia ecco Giovanni Tacchini, il valtellinese 4° agli Europei, Fabio Bonfanti, Marco Rusconi, Gil Pintarelli e ancora gli stranieri a partire dagli spagnoli Agusti Roc Amador, oro agli Europei del Vertical Kilometer, Tofol Bernat Castanyer, Jessed Hernandez Gispert per continuare con i britannici Tom Owens e Joe Symmonds. Da tenere d’occhio anche il giapponese Tadao Yokoyama ed il tedesco Helmut Schiessl. Tra le donne ci si aspetta un confronto a tre: Emanuela Brizio, Stephanie Jimenez (ESP) e Wera Soukhowa (RUS).

L’appuntamento è per le ore 8.00 di domenica a Premana (alle 7.50 il via della Mini Skyrace) e quindi sugli alpeggi di Premana, dove lo spettacolo è assicurato. Questi i passaggi più spettacolari: Alpe Chiarino alle 8.30, Alpe Vegessa 8.55, Bocca Larec 9.30, Alpe Rasga 10.00, Alpe Premaniga 10.20 e Alpe Deleguaggio 10.50.

Al traguardo, a consegnare le medaglie ci sarà il grande campione di canoa Antonio Rossi, assessore allo sport della Provincia di Lecco.

Info: www.aspremana.it

Aggiungi un commento