.

Categoria: 

GIIR DI MONT 2009, CHE SUCCESSO A PREMANA! OLTRE 500 SKYRUNNER ISCRITTI

Maurizio Torri
23/7/2009

Sui monti di Premana domenica sarà caccia al record di Jornet Burgada. I 32 km del tracciato con 2400 m. di dislivello collegano i 12 alpeggi della zona;Il via alla “Mini” alle ore 7.50, al Giir di Mont alle ore 8.00

Il Giir di Mont è già da record! La gara della World Series di skyrunning che prenderà il via domenica 26 luglio, come consuetudine da Premana, ha già superato quota 500, e per il comitato organizzatore è già un successo.

Quella del 2009 è la 17.ma edizione della corsa che affonda le proprie origini nei primi anni Sessanta, quando gli allora dirigenti dell’Associazione Sportiva Premanese, grandi appassionati di podismo, vollero unire idealmente i 12 alpeggi di Premana in un unico, spettacolare percorso che oggi misura 32 km con un dislivello di 2.400 metri, e collega nell’ordine Alpe Chiarino, Barconcelli, Casarsa, Forni, Vegessa, Fraina, Caprecolo, Rasga, Premaniga, Solino, Piancalada e Delaguaggio.

La prima edizione del “Giir di Mont” (espressione dialettale premanese) si corse il 29 luglio 1961 e fu vinta da Gian Battista Todeschini, autentica leggenda dello sport premanese degli anni ’60, che chiuse il “Giir” con il tempo di 4 ore e 24 minuti.

Nel 2008 la manifestazione entrò in punta di piedi nel circuito World Series con una gara “trial” vinta da Kilian Jornet Burgada che all’arrivo di Via Roma fermò il cronometro sul nuovo record di 3h10’50”. Secondo al traguardo fu il valdostano Dennis Brunod seguito da Ricardo Mejia, mentre in campo femminile il successo andò all’andorrana Stephanie Jimenez davanti alla spagnola Ester Hernandez.

Domenica 26 luglio il Giir di Mont è pronto per il grande balzo, sarà l’unica tappa in Italia del campionato mondiale Skyrunner World Series. Moltissimi gli iscritti per una gara tanto spettacolare quanto impegnativa - e lo testimonia il tempo record di Jornet Burgada, oltre 3 ore – e tantissimi i campioni della corsa estrema pronti a dare un impulso mondiale alla gara lecchese.

Innanzitutto sono confermate le presenze di Kilian Jornet Burgada e Ricardo Mejia, i due campionissimi di questo sport che sta ampliando a vista d’occhio i proprio consensi, segno anche che la AS Premana nel tempo ha visto giusto. I vincitori delle ultime due edizioni saranno al via di Premana per confermare le proprie potenzialità. Mejia è il leader del campionato mondiale, Jornet Burgada si sta preparando per l’Ultra Trail, forse non sarà nelle condizioni eccellenti dello scorso anno, ma il campione catalano ha talento da vendere e sicuramente sarà uno dei protagonisti.

Decisi a vender cara la pelle anche i due da podio della classifica provvisoria della World Series, Fulvio Dapit e Paolo Larger, pronti a scattare in prima fila, col numero 2 e col numero 3 del ranking mondiale. Non ci sarà, per problemi personali, il fresco campione europeo di una settimana fa, lo spagnolo Raul Garcia Castan, ma i colori spagnoli saranno ben difesi ed affidati alla carica esplosiva di Jessed Hernandez Gispert, Toffol Castanyer Bernat, Bes Ginesta, e soprattutto Agusti Roc Amador, neo campione europeo del Km Verticale. Ma si potrebbe scommettere anche sul tedesco Helmut Schiessl, che arriva con idee bellicose e potrebbe essere l’outsider di turno.

In quanto ad outsiders, da non dimenticare Giovanni Tacchini, uno degli autentici protagonisti agli Europei e messosi in evidenza nei tratti più tecnici. L’aria di casa, il tifo che lungo il percorso del Giir di Mont è sempre “fragoroso” e la voglia di un po’ di notorietà mondiale, potrebbero contribuire a fare dell’azzurro un candidato al risultato di vertice.

Ci sono anche altri azzurri che puntano in alto, ma la concorrenza questa volta è davvero “mondiale”: in ordine sparso, ci sono Pintarelli, Golinelli, Fedel, Girardi, Bert, Gotti e Bonfanti, e accanto a loro anche il giapponese Yokoyama e gli inglesi Owens e Symmonds.

Gara da non perdere neppure quella femminile. L’azzurra Emanuela Brizio è la numero uno nel ranking iridato, contro di lei la Spagna schiera l’andorrana Stephanie Jimenez e la Russia invece Wera Soukhowa.

È in stand-by la partecipazione della fondista Antonella Confortola. Lo scorso week-end ha conquistato quattro medaglie d’oro agli Europei, deve ancora smaltire la fatica che si è unita anche a quella accumulata in questi giorni nel ritiro della nazionale di fondo, in vista delle Olimpiadi di Vancouver.

Il Giir di Mont entrerà nel vivo già sabato sera alle 20.15 col briefing tecnico per gli atleti, poi un’ora più tardi ci sarà la presentazione dei top runners. Domenica alle 7.50 il via della Mini Skyrace - ovvero il Giir di Mont per i runners che non hanno l’allenamento sufficiente per coprire i 32 km della gara maggiore, quindi un percorso “ridotto” ma che presenta comunque 20 km di lunghezza e 800 metri di dislivello.

Poi alle 8.00 precise il “lancio” dell’edizione mondiale del Giir di Mont. Poco dopo le 11.00 si saprà se il record di Jornet Burgada avrà resistito o se sarà stato polverizzato.

Intanto Premana si sta organizzando per ospitare il popolo degli skyrunners, accompagnatori e pubblico. La località per un giorno probabilmente “soffrirà” di parcheggi e traffico, un piccolo “pedaggio” da pagare per il successo di un grande evento.

Info: www.aspremana.it

SABATO 25 LUGLIO 2009

Ore 15.00-20.00 Distribuzione pettorali presso la segreteria GIIR DI MONT

Ore 18.00 S. Messa

Ore 20.15 Briefing tecnico per gli atleti

Ore 21.15 Presentazione Top runners

DOMENICA 26 LUGLIO 2009

Ore 0 6.30-07.30 Distribuzione pettorali presso la segreteria GIIR DI MONT

Ore 06.45 Ritrovo atleti

Ore 07.50 Partenza Mini Skyrace

Ore 08.00 Partenza GIIR DI MONT SkyMarathon

Ore 09.30 Arrivo primi concorrenti Mini Skyrace

Ore 11.10 Arrivo primi concorrenti GIIR DI MONT SkyMarathon

Ore 15.00 Premiazioni

Aggiungi un commento