Categoria: 

FIOCCANO LE ICRIZIONI X LA RAMPA 2010

Maurizio Torri
11/9/2010

Vigilia di gran lavoro per il comitato organizzatore della Rampa, la gara di corsa in montagna in programma domenica 12 settembre

“Stanno arrivando iscrizioni da tutte le parte – dice Mauro Giongo presidente del comitato organizzatore – soprattutto da Veneto. Sono piacevolmente sorpreso, anche se me lo aspettavo, che questa gara così impegnativa agonisticamente, con i suoi 2000 metri di dislivello, ma unica nel suo genere, avesse una buona partecipazione. Nella Rampa si sale alla vetta della Paganella partendo dalla base della montagna per antichi sentieri, tra boschi e prati. Nel mondo degli sportivi specialisti della corsa in montagna ed anche tra gli skyrunners la voce è girata e quest’anno ci stanno dando una mano le previsioni del tempo. Per domenica si annuncia bello, quindi lasciamo spazio agli atleti con le loro sfide, che sono quelle della vittoria, ma anche quella dei record da battere, per i quali abbiamo messo in palio dei premi speciali”.

Nella lista di partenza, con oltre 150 iscritti è assente Gianni Penasa, che vinse lo scorso anno e stabilì il record in 1h19’22”, ma c’è Antonio Molinari, sue le prime tre edizioni della Rampa. Sarà lui l’uomo da battere. Tra i partenti la guida alpina Franco Nicolini, grande sci alpinista del passato, e suo figlio Federico, promessa dello sci alpinismo. Per loro la sfida è tutta in famiglia. In campo femminile, il record è della fassana Nadia Scola in 1h39’26” stabilito nel 2008. La Scola dopo l’assenza dello scorso anno ha promesso di venire alla Rampa 2010, dove troverà tra le avversarie Luisa Merz, una presenza costante e di rilievo in questa manifestazione.

“Accanto alla Rampa si corre, non con scopi agonistici la Rampina, - prosegue Giongo – per i ragazzini e le ragazzine dai sei fino ai 14 anni. Corrono sui prati da Pra del Perello sino alla località La Rocca. Lo scopo è quello di far loro vivere una giornata all’aperto divertendosi, sulla Paganella”.

La competizione fa parte del circuito Sat nel quale si corre per solidarietà. correre per solidarietà. Parte della quota di iscrizione, 7 € per ogni concorrente, andrà devoluta per potenziare la stazione di soccorso alpino di El Chalten, in Patagonia, che è intitolata alla memoria di Fabio Stedile e Fabio Giacomelli

Aggiungi un commento