.Scarpa

Categoria: 

BECCA DI NONA SKYRACE

Maurizio Torri
17/7/2010

5A TAPPA MOUNTAIN RUNNING INTERNATIONAL CUP 2010:

La Becca di Nona skyrace entra a far parte del Mountain Running International Cup. La gara valdostana che si correrà domenica 5 settembre sarà seguita delle telecamere di Sky Sport e andrà in onda su Raisport...

"Aosta - Becca di Nona" è una gara che negli ultimi anni ha saputo crescere e aumentare il livello qualitativo dei servizi offerti agli atleti, non dimenticando la cornice naturale d'incredibile bellezza che fa da sfondo ai trenta chilometri del tracciato. Il numero degli atleti iscritti è aumentato in modo esponenziale arrivando a superare i duecento concorrenti della scorsa edizione e se pensiamo alle difficoltà per portare a termine la gara, duecento concorrenti è un numero importante.

Proprio per queste caratteristiche la Becca di Nona è stata inserita nel prestigioso circuito internazione del Grand Prix of the Nations. Nel circuito sono inserite sei competizioni internazionali in programma da maggio a ottobre, toccando oltre alle montagne valdostane i Paesi Baschi, la Grecia, la Catalogna, la Francia e il Monte Toubkal in Marocco. A oggi si sono già corse due gare e la prossima domenica si disputerà la 4^ Olla de Núria in Catalogna.

La gara che partirà dalla piazza Chanoux di Aosta, oltre alle due competitive, la 9^ edizione Aosta - Charvensod - Becca di Nona - Charvensod di salita e discesa, e la 6^ edizione Aosta - Becca di Nona di sola salita, prevede anche la quarta edizione della camminata non competitiva intitolata alla memoria della promettente atleta valdostana Martine Chuc.

Per dare la giusta importanze mediatica all'evento sportivo, il comitato organizzatore coordinato da Stefano Mottini ha investito molto sulla comunicazione e sullo sviluppo del nuovo sito internet. La gara sarà seguita dalle telecamere di Sky Sport per la trasmissione Icarus inoltre la skyrace andrà in onda sul canale satellitare Raisport. Sulle pagine del rinnovato sito web si possono trovare tutte le informazioni e scaricare i moduli per l'iscrizione alla competizione.

CALENDARIO MOUNTAIN RUNNING INTERNATIONAL CUP

II Ternua Arratzu Urdaibai Mendi Lasterketa (Euskadi - Basque Country) 2 Maggio 2010
Olympus Marathon (Greece) 27 Giugno 2010
4^ Olla de Núria (Catalonia) 18 Luglio 2010
Course des Perics (France) 22 Agosto 2010
Becca di Nona (Italy) 5 Settembre 2010
Toubkal Marathon (Morocco) 7 Ottobre 2010

PERCORSO - sviluppo di 30 Km e un dislivello in salita di 2562 m:

La corsa podistica ha come punto di partenza la Piazza Chanoux nel centro di Aosta.
Il primo tratto risulta pianeggiante e collega la suddetta piazza al Ponte Suaz; da qui ci si inerpica lungo la vecchia e ripida strada per Charvensod costeggiando i numerosi vigneti. Giunti nei pressi del Capoluogo ci si dirige in direzione della Chiesa di Santa Colomba dove la strada asfaltata lascia spazio ad una caratteristica mulattiera che, con numerosi tornanti, porta a lambire l'abitato di Bondina.

Il tracciato prosegue poi in direzione della frazione di Champex, dove si attraversa la strada regionale, il che permette al numeroso pubblico di incoraggiare e applaudire gli atleti. La mulattiera inizialmente larga si fa sempre più stretta e prende le sembianze di un sentiero all'interno di un fitto bosco di conifere. In breve si raggiungono gli ampi pascoli di Charvensod che accompagnano gli atleti fino alle imponenti e spettacolari cascate di Ponteille che vengono superate in destra idrografica fino a giungere all'imbocco del conosciuto Vallone di Comboé. Le pendenze qui si fanno più dolci e permettono agli atleti di rifiatare un poco.
Dopo circa un chilometro, seguendo la traccia di un sentiero scavato dal bestiame nel periodo estivo, si svolta a sinistra seguendo un evidente e altrettanto ripido canalone che raccorda il suddetto vallone al sovrastante pianoro di Plan Valé.

Qui le verdi praterie lasciano spazio a diffuse coltri detritiche che rendono più difficile la corsa e più severo l'ambiente. Giunti al colle Carrè, sella posta tra le piramidi della Becca di Nona e del Monte Emilius, si svolta nuovamente a sinistra per compiere gli ultimi 150 metri di dislivello che conducono alla vetta.

Il primo tratto di discesa non segue l'itinerario di salita ed opta per il costone sud-occidentale della Becca di Nona che, in breve, porta al pianoro di Plan Valé. Da tale punto il tracciato di discesa ripercorre quello di salita fino al borgo storico di Charvensod, dove si prosegue diritti fino alla chiesa del capoluogo e poi si segue una strada carrozzabile che lo collega alle frazione alte di Félinaz.
Il traguardo è collocato all'interno del campo sportivo di Plan Félinaz.

Iscrizioni aperte sul sito web www.beccadinonaskyrace.com

Aggiungi un commento