Categoria: 

24 maggio 2009 VIII Zegama-Aizkorri Mendi-Maratoia

Maurizio Torri
23/5/2009

2ª Prova di coppa del mondo di skyrunning, i sogni iridati della Valetudo Italia sono affidati alla leader di coppa Emanuela Brizio e a Larger Paolo terzo classificato nella prima prova oltreoceano

Domani si correrà a Zegama sui Pirenei Baschi il secondo atto di questo mondiale di skyrunning, Zegama è un piccolo centro di 1300 abitanti che si trova nella provincia Basca Gipuzkoa, questo grazioso paesino si trova ai piedi del massiccio di Aizkorri. Il percorso è una skymarathon di Km. 42.195 mt con un dislivello complessivo di mt. 5.472 mt. Il tracciato è disegnato nel parco naturale of Aizkorri-Aratz, questa gara ha un percorso massacrante ma a rendere più agevole la fatica degli atleti c’è un numerosissimo pubblico che riserva a tutti i maratoneti un tifo da corrida.
L’anno scorso questa manifestazione assegnava il titolo Europeo di skyrunning sia individuale che per team, il bottino fu di un argento individuale e un bronzo per team.
Questa skymarathon presenta tre asperità l’Aratz, Aizkorri e l’Andraitz con il passaggio sulla stazione di pellegrinaggio per Santiago di Compostela il Sancti Spiritu.
L’anno scorso chi ha vinto a Zegama si è poi aggiudicato la coppa del mondo; sono ovviamente Favre Corinne con il tempo di h 5 00’ 46” e Jornet Burgada Kilian in h 3 59’33”. Per vincere Jornet ha dovuto sudare le famose sette camice perché l’altro Iberico Garcia Castan Raul con il tempo di 3 59’ 45” gli era stato incollato alle scarpe fino quasi in dirittura d’arrivo.
Quest’anno ci proviamo schierando Emanuela Brizio (gareggerà con ai piedi le sue inseparabili Crosslite La Sportiva) e Paolo Larger correrà a Zegama (con le Wildcat, un nuovo modello della nota azienda di Ziano che sta spopolando).
Per cui nel mondiale iridato delle gomme sarà anche sfida tra scarpe Italiane e Francesi.
I bravi organizzatori Baschi hanno preparato, come sempre, un’accoglienza molto professionale, per i maratoneti del cielo che domenica si cimenteranno su questi 42 km hanno previsto numero 15 ristori e 18 punti medici di assistenza sanitaria, un record di professionalità.

Aggiungi un commento