Categoria: 

18° GIIR DI MONT - PREMANA (LC)

Maurizio Torri
24/7/2010

AL GIIR DI MONT UNA PASSERELLA DI CAMPIONI. ARRIVA LA ROUX E ACCENDE IL MONDIALE FEMMINILE

Il count down a Premana (LC) scandisce le ultime ore prima del via del Campionato del Mondo di skyrunning. La tensione è palpabile, ed il Giir di Mont, alla sua 18ª edizione, si conferma gara d’èlite che piace ai grandi campioni ma soprattutto agli amatori.

NON PERDERE SU SdM IL RESOCONTO GARA CON FOTO, ARTICOLO & CLASSIFICHE!!!!

Le iscrizioni sono “volate” a 650 unità, numero record per una corsa che propina 2.400 metri di dislivello spalmati sui 32 km del percorso che va ad unire idealmente 12 dei più suggestivi alpeggi tipici della zona.

Della sfida tra i campioni dello skyrunning e quelli della corsa in montagna con il sei volte campione del mondo Marco De Gasperi se ne è già parlato. Il pettorale numero 1 personalizzato con tanto di nome “Kilian Jornet Burgada” sarà quello da tenere d’occhio. Spetta di diritto al catalano che ha vinto le ultime due edizioni e che vanta il record, fissato lo scorso anno, di 3h05’08”, migliorandosi di addirittura di 5’ rispetto al 2008.

Jornet Burgada è un campione vaccinato agli sport di fatica, alle grandi imprese, e per domani punta a fare un bel tris consecutivo dopo le vittorie del 2008 e 2009 a Premana, con l’arrivo tra un bagno di folla.

Il pettorale numero 2 lo indossa Ricardo Mejia, primo del 2007, secondo lo scorso anno e pronto alla rivincita, anche se con questi dislivelli la differenza di età col più giovane Jornet Burgada si fa sentire.

Fulvio Dapit, uno degli azzurri più performanti, parte col pettorale numero 4. Non sta attraversando un periodo eccezionale, ma l’atleta friulano sa spesso trovare il classico asso nella manica. La nazionale punta molto anche su Paolo Larger, che domenica scorsa ha vinto la Dolomites Skyrace, quindi su Gotti, Pintarelli, Brunod, Piller Hoffer, Pivk e Golinelli.

C’è però da considerare la presenza di De Gasperi. Non può far parte della nazionale di skyrunning in quanto professionista e dunque può vincere il Giir di Mont ma non il Campionato del Mondo, sottigliezze dei regolamenti. Ma è indubbio che la sfida tra Jornet Burgada e il portacolori della Forestale sarà il punto forte di questa edizione.

Si tinge di “giallo” la gara femminile. Fino ad oggi pomeriggio tra le favorite apparivano la vincitrice degli ultimi due anni Stephanie Jimenez, che corre per la Francia (dove è nata) pur avendo la residenza ad Andorra, ma che vive in Italia, compagna di Fulvio Dapit. Favorite anche la spagnola Mireia Miro, la russa Valeria Agureeva (la cui presenza al via è incerta) e le azzurre Emanuela Brizio, seconda lo scorso anno e vincitrice nel 2007, Paola Romanin e Daniela Gilardi. Poi nel tardo pomeriggio è arrivata la notizia che in griglia ci sarà anche Laetitia Roux, la francese che una settimana fa ha vinto il Campionato del Mondo di Vertical Kilometer e la Dolomites Skyrace di Canazei. La transalpina, campionessa del mondo di scialpinismo, a questo punto diventa favorita d’obbligo.

Il Giir di Mont 2010 insieme al Vertical Kilometer di Canazei dà vita al Campionato del Mondo per nazioni.

La gara di Premana è una manifestazione che attira anche molto pubblico, con gli appassionati che possono raggiungere i punti più spettacolari del tracciato e che quest’anno avranno la possibilità anche di scoprire i sapori di un territorio ricco di prodotti e di ambienti naturali ancora incontaminati.

Domattina alle 7.50 prenderà il via la Mini Skyrace, una gara … nella gara per i meno allenati, un tracciato di 20 km con partenza ed arrivo in piazza a Premana, come la prova di Campionato del Mondo che invece scatterà alle ore 8.00.

L’organizzazione è quella solita e meticolosa della A.S. Premana.

Info: www.aspremana.it

Aggiungi un commento