Categoria: 

SELLARONDA SKIMARATHON DA RECORD

Maurizio Torri
3/2/2010

390 COPPIE ISCRITTE, IL NOTAIO NE ESTRARRÀ 280:

Chiuse ieri a mezzogiorno le iscrizioni, come da regolamento. L’estrazione a sorte lunedì prossimo, in 220 faranno da spettatori. Piace la gara sui quattro passi Sella, Gardena, Campolongo e Pordoi. Al via il 5 marzo anche i detentori del record Giacomelli e Lunger

La Sellaronda Skimarathon del 2010 sarà ancora un nuovo grande successo. La gara di scialpinismo in programma venerdì 5 marzo con partenza da Canazei in Val di Fassa, ieri ha chiuso le iscrizioni con un nuovo “boom”.
La manifestazione, inventata e da sempre organizzata dal compianto Diego Perathoner, uno dei quattro componenti del soccorso alpino travolti da una valanga in Val Lasties lo scorso 26 dicembre, si conferma ai vertici dei gradimenti degli appassionati dello sci con le “pelli”. Ieri a mezzogiorno erano arrivate le iscrizioni di 390 coppie, ma al via ce ne potranno essere solamente 280 come ha deciso, per motivi di sicurezza, il comitato organizzatore ora presieduto da Alfredo Weiss, presidente della Marcialonga che ha chiuso domenica con successo la 37.a edizione.

A decidere i nomi dei 560 scialpinisti che il 5 marzo potranno indossare il pettorale della Sellaronda Skimarathon sarà un’estrazione a sorte che avverrà alla presenza di un notaio, lunedì 8 febbraio alle ore 15.00 presso il Comune di Canazei.
Inutile dire che c’è molta attesa, soprattutto per capire chi saranno i più fortunati, il cui elenco verrà pubblicato dopo l’estrazione sul sito ufficiale della manifestazione.
Piace, insomma, la Sellaronda Skimarathon che il 5 marzo celebrerà la 15.a edizione nel ricordo del suo fondatore Diego Perathoner, che è rimasto davvero nel cuore di tutto il mondo sci alpinistico, ricordato come organizzatore capace e minuzioso, ma anche come sportivo che spesso partecipava da semplice atleta ad altre manifestazioni.

La Sellaronda Skimarathon ha la particolarità di svilupparsi in notturna, a scavalco tra le valli ladine di Fassa, Gardena, Badia e Livinallongo, con lo scollinamento dei quattro passi dolomitici del Sella, Gardena, Campolongo e Pordoi. Una lunga cavalcata alla luce delle torce e dei faretti fissati sul casco di ciascun atleta, lungo un tracciato di 42 km che parte ed arriva a Canazei con un dislivello di oltre 2.700 metri.
Lo scorso anno, dopo un periodo di nevicate intense, la gara fu annullata poche ore prima del via per un marcato pericolo di valanghe. Così i riferimenti ora sono quelli dell’edizione 2008, quella del record.

Partiti da Corvara alle ore 18.00, Hansjoerg Lunger e Guido Giacomelli, fresche medaglie d’argento a coppie ai mondiali corsi in terra svizzera, “bruciarono” i quattro Passi dolomitici, prima di rituffarsi sul traguardo di Corvara, andando a coprire i 42 km con l’incredibile tempo di 3h15’07”, nonché ad abbassare il precedente primato, registrato sempre da loro un anno prima, di oltre 4’.

E fu un record anche quello degli atleti in gara (377 le coppie iscritte), con i pettorali che si erano esauriti in soli 17’ dall’apertura delle iscrizioni. Una lunga carovana di “fari”, quelli fissati al casco di ogni concorrente, a regalare al numeroso pubblico accorso - soprattutto nelle zone del cambio pelli - uno spettacolo unico nel suo genere. L’altro record, come detto, è stato quello cronometrico, davvero impressionante, per una media di gara che ha raggiunto i 12,92 km/h.

I due campioni hanno voluto ricordare la memoria di Diego Perathoner iscrivendosi tra gli amatori, ma per loro ci sarà sicuramente un posto in griglia.
La gara fa parte del calendario internazionale ISMF. Info: www.sellaronda.it

Aggiungi un commento