.

Categoria: 

Pierra Menta: Il cielo si tinge d'azzurro sopra Areches Beaufort

Maurizio Torri
15/3/2009

Una vittoria per quattro nella squadra maschile con gli alpini del CS Esercito che arrivano insieme al traguardo della Planay. Al femminile, sempre e solo Martinelli & Pedranzini

Chapeau!! I francesi si inchinano dinnanzi all’Italia di Emanuel Conta. Dopo avere fatto incetta di ori agli europei dell’Alpago, gli azzurri espugnano pure la patria dello scialpinismo. Alla Pierra menta 2009 i nostri si sono imposti sia la maschile che la femminile. Non solo, abbiamo piazzato tre delle quattro squadre uomini nella top ten finale, due nelle prime 4 donne e centrato il bronzo espoir con Simone Porta – Winfrid Thaler.
Se le nostre Francesca Martinelli - Roberta Pedranzini si sono confermate vere regine di questa manifestazione, l’unica nota dolente è giunta dal forfait di Giacomelli: sulla prima salita, mentre uno spumeggiante Holzknecht cercava di recuperare posizioni preziose, il campione sondriese ha dovuto fare i conti con il riacutizzarsi del problema la ginocchio.
Passando alla cronaca di gara, i transalpini Didier Blanc - Tony Sbalbi avranno anche vinto l’ultima tappa, ma a dare spettacolo sono stati gli azzurri Matteo Eydallin - Dennis Trento e Manfred Reichegger - Dennis Brunod; per gli alpini del CSE ennesima gara all’attacco con continui sorpassi sino a giungere appaiati sotto lo striscione d’arrivo. Alla Planay, quartier generale della Pierra Menta, si è inizialmente pensato di guardare il fotofinish; poi si è presa la decisione più giusta: vittoria ex equo per due squadre che in quattro giorni di gare proprio non sono riuscite a dimostrare chi fosse la più forte. In classifica generale sul terzo gradino del podio sono invece saliti i ragazzi di casa Florent Perrier – Yannik Buffet, mentre il nostro Daniele Pedrini ha staccato un convincente 8° posto finale al fianco dell’orobico Pietro Lanfranchi. Con loro possono sorridere anche Simone Porta – Sigmund Thaler, bronzo espoir.

Aggiungi un commento