.Scarpa

Categoria: 

LAGORAI CIMA D'ASTA 2020

Sottotitolo: 
Si sta lavorando per una 30ª epica edizione....

26/2/2020
Tags: 
lagorai
lagorai cima d'asta
scialpinismo
la grande course
tesino
lago del tesino

Sarà una «Ski Alp Lagorai Cima d’Asta» al solito di grande fascino, ma con un percorso innovativo per celebrare al meglio il trentesimo compleanno, quella in programma domenica 15 marzo....

«La macchina organizzativa - spiega Nicola Müller, presidente dello Ski Team Lagorai - gira a pieno ritmo. Stiamo lavorando su due fronti: quello della gara, che sarà proposta nel format extreme, con 3.200 metri di dislivello positivi e 30 chilometri di  sviluppo, e quello dei festeggiamenti che abbiamo messo in cantiere per dare il giusto risalto al trentennale della nostra competizione».

 

Il via sarà dato dai 1.100 metri del Campeggio Val Malene. Gli atleti cominceranno con una lunga ascesa di  1.747 metri con tratti ripidi e altri più scorrevoli fino ai 2.847 di Cima d'Asta. Nel tratto finale della salita c'è un tratto molto inclinato, che prevede nella prima parte il canale dei Bassanesi, una serie di inversioni tecniche molto belle, e poi, da percorre con gli sci sullo zaino, la suggestiva e spettacolare cresta che porta alla vetta. Seguirà una breve discesa fino alla Forzeleta, dove gli scialpinisti toglieranno ancora gli sci per un secondo tratto tecnico, per poi ripassare al Brentari e salire al Passo delle Soccede, scendere e risalire a Forcella Magna e quindi ai 2.408 metri della Cima Lasteati. Dalla vetta le coppie scenderanno per la Val di Fumo e arriveranno fino ai 1.690 metri della stazione di partenza della teleferica del Brentari. Da quel punto i partecipanti dovranno affrontare l'ultima salita, che si concluderà ai 2.420 metri della Bocchetta dei Sassi, per poi affrontare la lunga discesa finale, di oltre 10 chilometri, fino al traguardo del Campeggio Val Malene. Sono previsti nove cambi di assetto. Il tracciato di gara appare è perfettamente innevato, grazie alle abbondanti precipitazioni autunnali.

 

Dato che l’obiettivo era quello di tornare alle origini, la gara sarà riservata a squadre composte da due concorrenti. Finora al comitato organizzatore sono pervenute le adesioni di 80 coppie, ma le iscrizioni sono ancora aperte sul portale on line www.fisi.org.

 

«La festa celebrativa del sabato sera sarà dedicata alla nostra storia. - prosegue Müller - Dal 1987, quando si disputò la prima edizione, abbiamo seguito lo stile e l'evoluzione agonistica e tecnica di questo sport, calato nel nostro affascinante ambiente naturale. Con noi ci saranno gli uomini e le donne che sono stati protagonisti della Lagorai Cima d'Asta, sia gli atleti sia gli organizzatori, primo fra tutti Franco Melchiori, la guida alpina del Tesino, che diede il via allo sci alpinismo agonistico in Tesino ed ha fatto conoscere la nostra gara e le nostre montagne in tutto il mondo. Per quanto riguarda gli atleti, ci saranno tutti i “miti” che hanno vinto nel corso di questi trent’anni».

Aggiungi un commento