Karpos

Karpos

Karpos

Categoria: 

ISMF SKIMOUNTAINEERING WORLD CUP 2020- ARINSAL (AND)

Sottotitolo: 
Saltano i record nella Vertical di Arinsal. FOTO ON LINE!!

26/1/2020
Tags: 
arinsal
andorra
coppa del mondo skialp
scialpinismo
COMAPEDROSA

Robert Antonioli e Victoria Kreuzer vincono la Vertical Race di  Comapedrosa polverizzando i precedenti best time della gara . Tra gli junior dominio Aurélien Gay e Grace Staberg, mentre in classifica Under 23 si sono imposti Davide Magnini  e Emily Harrop.

...

Robert Antonioli e Victoria Kreuzer hanno vinto la vertical di Arinsal registrando anche la miglior prestazione di sempre con i tempi di 26’36’’ (Antonioli) e 31’56’’ (Kreuzer). Per quanto riguarda i successi di categoria, Aurélien Gay e Grace Staberg hanno fatto registrare i migliori crono tra gli Junior. Nella categoria Under 23, hanno primeggiato Davide Magnini e Harrop Emily. 

 

 

 

 

Formula vincente non si cambia. Quella di Comapedrosa è una classica sulla quale è possibile confrontarsi anche con se stessi facendo riferimento ai tempi fatti registrare negli anni precedenti. Il format, come di consueto, ha visto alzare il sipario con la prova open. A metà mattinata i concorrenti della prima gara e tanto pubblico, si sono poi assiepati a bordo pista per tifare i “galacticos” dello skialp.  Senior, uomini/ donne e i ragazzi Junior hanno affrontato un dislivello di 720 metri mentre le Junior sono partite un po’ più in alto affrontando 420 metri di dislivello positivo.

 

GARA DONNE:

Nella gara femminile la vincitrice della Coppa del Mondo della passata stagione, la svizzera Victoria Kreuzer non tradendo le aspettative è partita con l’acceleratore schiacciato all’inseguimento di una scatenata Ilaria Veronese. Guadagnata la testa della corsa non l’ha più persa. Dietro di lei l’italiana Alba De Silvestro e la francese Axelle Mollaret Gachet, qualche metro più indietro l’altra azzurra Ilaria Veronese.

 

 

 

Nel rettilineo finale, sospinta da un pubblico delle grandi occasioni la Kreuzer non ha rallentato il ritmo stampando un icredibile 31’56’’. Il secondo posto si decide a circa 150 metri dalla linea d’arrivo con Alba De Silvestro, in quel momento terza, che mette la freccia e sorpassa la francese andando a conquistare una bellissima medaglia d’argento con il tempo di 32’44’’. Axelle Mollaret Gachet chiude terza con poco meno di un minuto di ritardo dalla prima. In quarta e quinta posizione si sono classificate rispettivamente Ilaria Veronese e Fanny Borgström.

 

 

 

GARA UOMINI:

Nella gara maschile subito dopo il via l’elvetico Remi Bonnet prende il comando della gara salendo con un ritmo impressionante, Robert Antonioli e Marti Werner cercano di non perdere il contatto dal battistrada. Poco dietro Michele Boscacci e Davide Magnini. Dopo l’ultimo attraversamento della pista, Remi Bonnet ha circa 5/6 metri di vantaggio da Robert Antonioli, altrettanti metri separavano Werner dalla seconda posizione.  In vista del rettilineo finale Antonioli, prima si riporta sulle code di Bonnet, e poi aumenta ulteriormente il ritmo sino a tagliare il traguardo con il nuovo record: 26’36’’. In seconda posizione si classifica Remi Bonnet mentre terzo e lo svizzero Marti Werner. Completano la top five Michele BOscacci e Davide Magnini. Abbassato lo striscione d’arrivo di Arinsal il circo bianco dello scialpinismo saluta l’Andorra e guarda alla tappa tedesca in programma l’8 e 9 di febbraio.

 

 

CLICCA QUI per le foto di Maurizio Torri!!

Aggiungi un commento