.

Categoria: 

Domenica 29 marzo scatta la 33ª Pizolada; scialpinisti ai nastri di partenza in Val di Fassa

Maurizio Torri
26/3/2009

La Pizolada delle Dolomiti è una delle sci alpinistiche più apprezzate. Mancherà probabilmente qualche big, ma lo spettacolo è assicurato

Si avvicina l’appuntamento con la 33.a edizione della Pizolada delle Dolomiti, uno degli eventi “clou” della stagione dello scialpinismo nazionale, proposto nella giornata di domenica 29 marzo.

Protagoniste, per la 33.a volta, le vette dolomitiche della Val di Fassa, pronte ad ospitare nuovamente gli specialisti delle pelli di foca, impegnati in una gara individuale.

Non ci saranno, probabilmente, gran parte dei “big”, impegnati il giorno precedente (sabato 28 marzo) nella Dachstein Extreme, gara di Coppa del Mondo individuale che si svolgerà sul territorio austriaco.

Ad ogni modo, come ogni anno, a garantire il meritato spettacolo all’evento trentino ci penseranno i suggestivi scenari offerti dal percorso della Pizolada che, già ad inizio di questa settimana, aveva comunque superato quota 230 iscritti, in attesa dell’ondata finale dei classici ritardatari, ovvero di coloro che prima di decidere se prendere il via preferiscono dare un’occhiata al cielo.

Non può mancare, infatti, uno sguardo al meteo che ad ogni modo sembra promettere tregua per domenica, seppur il cielo dovrebbe presentarsi coperto, con qualche possibile fiocco di neve, ma non durante il corso della gara.

Il regolare svolgimento della manifestazione, pertanto, non sembra essere a rischio, tant’è che si va verso la conferma del percorso tradizionale, con partenza alle 8.00 in località Valfredda ed arrivo in località Passo San Pellegrino, dopo i 18,3 chilometri di gara ed i 1840 metri di dislivello.

Per il completamento della gara, è stato fissato un tempo massimo di 5 ore e 30 minuti dall’ora di partenza, ricordando che la competizione è aperta alle categorie Senior (età minima 18 anni compiuti) e Master, con la possibilità per gli amatori di partecipare pure al parallelo percorso “Neve Natura”, un tracciato di 10 chilometri che rappresenta l’ideale occasione per chi volesse andare alla scoperta delle bellezze naturali delle Dolomiti della Val di Fassa.

Il ritiro pettorali potrà essere effettuato al centro congressi Navalge di Moena (cuore pulsante dell’evento e sede pure delle premiazioni e del pasta party del dopogara) a partire dalle 15.00 di sabato 28 marzo, mentre per quanto riguarda i ritardatari, ci sarà tempo per formalizzare la propria iscrizione fino alle 12.00 del 27 marzo, con l’apposita modulistica scaricabile dal sito ufficiale della gara (ww.pizolada.it).

Il costo dell’iscrizione è ora di 34 Euro, quota maggiorata di 6 Euro dopo il 21 marzo.

Per quanto riguarda la gara di testa, il nome di riferimento fino a questo momento è quello dell’azzurro Martin Riz, attuale leader della classifica di Coppa delle Dolomiti, circuito nel quale anche la Pizolada è inserita.

Determinanti, anche quest’anno, saranno le vette di Forcella Laghet (2765 metri), Col Margherita (2545 metri) e Forcella Vallazza (2521 metri).

La Pizolada delle Dolomiti è organizzata da Asd Val di Fassa Sport Events.

Info: www.pizolada.it

Aggiungi un commento