.

Categoria: 

Domani ore 13.13: ciack si gira! Il Tour du Rutor Extreme va in rete

Maurizio Torri
12/2/2009

Finalmente l’annuncio che il nuovo sito sarà presto operativo. C’è molta attesa per conoscere i dettagli della finale di Coppa del Mondo. Le iscrizioni apriranno il 26 febbraio

Unica nel panorama italiano, la gara sci alpinistica Tour du Rutor quest’anno aggiunge due giorni e si fa davvero… “Extreme” e proprio per questo la federazione internazionale l’ha scelta per chiudere ed assegnare la Coppa di cristallo di scialpinismo per questo 2009.

Dunque la gara valdostana (3, 4 e 5 aprile) al classico percorso che scorre al cospetto del maestoso Rutor aggiunge altre due tappe in Valgrisenche, tutte molto tecniche e con gli immancabili tratti alpinistici, sci sullo zaino, in salita e in discesa ma soprattutto in cresta, dove gli atleti possono davvero spaziare con la vista sulle più belle cime valdostane.

Una gara molto attesa, questa finale di Coppa del Mondo, che si è ispirata alla francese Pierra Menta, tre giorni di competizioni per scialpinisti “veri” ma anche alla portata degli amatori.

La curiosità per questo grande evento, sicuramente il più importante in Italia per titolarità e durezza, è molto forte, e gli organizzatori - un po’ giocando su questo fatto ed un po’ per “cabala” - hanno in serbo tante informazioni, che verranno svelate sul nuovo sito venerdì 13, alle ore 13.13. Più cabala di così…

Per stuzzicare ancor di più gli scialpinisti che premono per entrare nel lotto delle prime 200 coppie iscritte (questo il tetto massimo previsto, per questioni di sicurezza), gli organizzatori apriranno le iscrizioni solo giovedì 26 febbraio, dopo l’annuncio ufficiale della 14.a edizione alla conferenza stampa di Aosta.

Nelle tre giornate si disputeranno tre gare ben distinte, con altrettanti direttori di gara e staff collaudati, per offrire un appuntamento degno di una finale di Coppa del Mondo.

Non c’è il minimo dubbio sulla qualità del team organizzativo, del resto 13 edizioni (…ancora la cabala) già messe in archivio, e tutte con successo, sono un biglietto da visita invidiabile.

In Valle d’Aosta si pensa anche ai giovani, e così ecco tre tappe anche per le categorie junior e cadetti, con relativo tracciato ridimensionato nello sviluppo e nel profilo.

Venerdì 3 aprile la prima giornata di gare, in Valgrisenche, con partenza da Mondange ed un dislivello di sole salite di 2.145 metri da affrontare. Per i giovani, invece, partenza a Bonne e dislivello di salita pari a 1.482 m., con addirittura 1.647 m. di discesa per riportarsi all’arrivo comune di Mondange.

Sabato 4 aprile la gara si sposta sul suo naturale percorso del Rutor: partenza a Planaval, nel comune di Arvier, salita fino al ghiacciaio del Rutor, con 2.294 metri di dislivello positivo ed altrettanti in negativo. Per cadetti e junior fatica “ridotta”, con 1.249 metri di dislivello positivo e 1.678 m. di dislivello negativo.

Domenica 5 il Tour du Rutor Extreme ritorna in Valgrisenche, ma con un tracciato differente da quello di venerdì. Partenza da Mondange e gara un po’ più leggera delle precedenti, vista la fatica accumulata nelle gambe. Da affrontare 1.892 metri all’insù ed altrettanti all’ingiù. Per cadetti e junior partenza dal muro della diga di Beauregard, da affrontare 1.307 metri di dislivello positivo e 1.423 metri in negativo.

Le gare si svolgono a coppie, come tradizione al Tour du Rutor, e questo appuntamento insieme alla Pierra Menta costituisce il Trophée des Alpes, un prestigioso “challenge” che gli scialpinisti esperti conoscono bene.

Dunque informazioni più dettagliate sul sito www.tourdurutor.com a partire dalle ore 13.13 di venerdì 13, per le iscrizioni, sempre sul sito di riferimento, occorrerà attendere il 26 febbraio.

Aggiungi un commento