.Scarpa

Categoria: 

COPPA ITALIA SKIALP

Maurizio Torri
7/2/2010

32ª SCIALPINISTICA PZZO 3 SIGNORI... UN SUCCESSO A 360°: Vincono il Fassano Martin Riz e la valtellinese Cristina Foppoli. Record di presenze e trend di crescita aumentato in maniera esponenziale per una gara che piace. Pieno di consensi per i ragazzi dell’As Premana che, forti del successo conseguito, ora puntano ad ospitare un campionato italiano.

NEL LINK DOWNLOAD TROVI LE CLASSIFICHE DELLA GARA.... IN PHOTOGALLERY LE FOTO, IN VIDEO LE INTERVISTE AI PROTAGONISTI!!!

Un successo a 360° la gara griffata AS Premana e valevole come tappa di Coppa Italia. Nonostante la concomitanza con la Pitturina SkiRace – 1ª di Coppa Dolomiti – e la prova di Gastlosen – 3ª di Coppa del Mondo -, la gara lecchese ha richiamato ai nastri di partenza qualcosa come 250 concorrenti.

Record di partecipanti e tetto massimo iscrizioni raggiunto, per i ragazzi dell’AS Premana che, anche se a malincuore, hanno dovuto rifiutare alcuni ritardatari per ovvi motivi di natura logistica. Promossa a pieni voti anche la nuova location all’alpe Paglio che, oltre a riscuotere unanimi consensi da parte degli atleti, ha pure richiamato lungo il tracciato centinaia di spettatori. Tracciato che prevedeva uno sviluppo di 11.5km con dislivello positivo di 1460 suddiviso in ben 5 ascese.

I più veloci di tutti? Il fassano Martin Riz e la valtellinese Cristina Foppoli. Nella gara maschile il super favorito dei pronostici è subito partito forte, portandosi in scia un treno tutto sondriese composto da Matteo Pedergnana, Paolo Moriondo, Graziano Boscacci e Marco Bulanti. Giunto per la rima volta in cima al Cimone – vetta toccata per altre tre volte dagli atleti -, Riz è uscito per primo dalla zona cambio continuando la sua cavalcata trionfale sino al traguardo. Il suo ritmo, insostenibile, ha sgranato il gruppo di testa.

L’unico in grado di tenergli parzialmente testa era il portacolori dello Sci Club Alta Valtellina Matteo Pedergnana; ma anche lui ha dovuto inchinarsi dinnanzi all’esuberanza di un Riz davvero”in giornata”. Nei successivi passaggi al Cimone il gap sul battistrada è infatti passato da 1’30” a 2’30”. Per nulla pago, il vincitore ha terminato la propria prova in 1h31’10”. 2ª piazza e molti applausi anche per Pedergnana – 1h33’08”-, mentre sul gradino più basso del podio è salito un convincente Paolo Moriondo (Sci Club Valtartano) in 1h36’46”. Premanesi in evidenza con i propri atleti più rappresentativi, Adriano Berera e Giovanni Gianola nei migliori 15.

Al femminile, dopo che sulla prima salita a dettare i tempi vi era la punta di diamante della Sci Club Valtartano Raffaella Rossi, è passata al comando l’orobica Silvia Cuminetti. Per lei tre quarti di gara al comando prima che alcuni problemi di pelli l’hanno vista raggiungere e passare dall’esperta Cristina Foppoli. Davvero in grande spolvero la portacolori dello sci Club Sondalo non si è fatta sfuggire questa ghiotta occasione andando a vincere in 2h12’06”. Secondo posto per la Cuminetti, seguita a breve da Raffaella Rossi.

DICHIARAZIONI POST GARA:

Martin Riz: «Davvero una bella gara. Era la mia prima volta a Premana; mi davano favorito, ma con Pedergnana è stata una bella lotta. Sono partito forte e, direi che mi è andata bene».

Matteo Pedergnana: «Non avevo buone sensazioni. Le game sembravano non girare e Riz davanti andava davvero forte. La gara, però, è di quelle che piacciono a me: tecnica, con tante inversioni e discese selettive. Mi sono quindi difeso».

Paolo Moriondo: «Non poteva andare meglio. Ho battagliato sulla prima salita per guadagnare questa terza piazza».

Cristina Foppoli: «E’ stata una vittoria tanto inattesa, quanto gradita. Quando mi sono trovata davanti mi sono detta “devi provarci” … E mi è andata bene. a chi la dedico? A mio marito».

Silvia Cuminetti: «A pregiudicarmi la vittoria non sono stati solo problemi di pelli; direi che mancano anche le gambe. Sono alla mia terza gara in sette giorni e il solo esserci è già buono».

Raffaella Rossi: «A Premana vengo sempre volentieri a correre, sia d’inverno con gli sci che d’estate a piedi. Il motivo? Trovo sempre bei tracciati e organizzazioni eccezionali».

Angelo Gianola Direttore Percorso: «Non poteva andare meglio. La giornata è stata fantastica ed è partita benissimo con il record presenze. I numerosi supporter lungo il tracciato hanno assistito a una gara di livello; ben tracciata, ottima per gli atleti, ma anche per il pubblico. Oggi abbiamo dimostrato che a Premana la logistica e la location sono di qualità la speranza è che in Fisi il nostro impegno venga notato e premiato in sede di assegnazione dei campionati italiani 2011».

CONSULTA LE CLASSIFICHE DELLA GARA

GUARDA LE INTERVISTE AI PROTAGONISTI

Aggiungi un commento