Karpos

Categoria: 

COPPA DOLOMITI... SI ENTRA NEL VIVO

Maurizio Torri
3/3/2010

Con Sellaronda e Ski Alp Val Rendena in palio punti fondamentali per la Coppa delle Dolomiti:

Dopo le due tappe veneta e altoatesina la Coppa delle Dolomiti di sci alpinismo ritorna nel suo territorio d’origine il Trentino, proponendo nel fine settimana due tappe che avranno un valore importante per la classifica provvisoria del circuito, anche in virtù del nuovo regolamento che prevede la scelta dei migliori tre risultati sulle prime cinque prove disputate

.
Dopo la Pitturina Ski Race del 7 febbraio e il Tour de Sas del 27 febbraio ora tocca alla prestigiosa Sellaronda Skimarathon a coppie che andrà in scena venerdì sera con partenza da Canazei e, solamente due giorni dopo, a Pinzolo sul Doss del Sabion con la 6ª Ski Alp Valrendena si assegneranno anche i titoli trentini individuali ma soprattutto esordirà il Memorial Fabio Stedile, il circuito dedicato ai giovani, in attesa della 20ª Lagorai Cima d’Asta del 14 marzo, che avrà il compito di decretare già la prima graduatoria generale di Coppa delle Dolomiti.

Dopo le prime due prove la classifica vede al comando il fassano di Soraga Ivo Zulian con 160 punti, seguito dal primierotto Alessandro Taufer con 150 punti e dal falcadino Alessandro Follador con 125 punti. In quarta posizione provvisoria con 100 punti, ma con l’intenzione di puntare dritto alla conquista della Coppa delle Dolomiti troviamo il valtellinese Guido Giacomelli. Per farlo parteciperà al Sellaronda in coppia con Hansjörg Lunger e sarà pure in gara alla Ski Alp Valrendena.

In campo femminile si annuncia invece una lotta in famiglia nello Sci club Brenta Team, fra Maddalena Wegher, attuale leader con 200 punti ed Orietta Calliari, assente al Tour de Sas, ma intenzionata a lottare per conquistare la sua ennesima Coppa delle Dolomiti. Al Sellaronda la Wegher sarà infatti in coppia con Annemarie Gross, mentre la Calliari gareggerà con Raffaella Rossi.

SELLARONDA SKIMARATHON, LA CARICA DEI 700
È pronta a cogliere un nuovo successo l’affascinante gara di scialpinismo “Sellaronda Skimarathon” in programma a Canazei, in Val di Fassa, venerdì 5 marzo. Una manifestazione creata e fatta crescere da Diego Perathoner, che però purtroppo quest’anno non potrà essere in cabina di regia per la tragica fatalità del giorno di Santo Stefano.
Con l’en plein degli iscritti, condizionato dal tetto massimo imposto dal regolamento, è sicuro che ci sarà affollamento lungo i 42 chilometri che da Canazei si inoltrano verso Selva Gardena, dopo aver scavalcato Passo Sella (2.174 m.), quindi verso Corvara dopo aver superato la salita di Dantercepies, tetto della gara con i suoi 2.298 metri, e la conseguente discesa da Passo Gardena, e ancora affrontando nella notte l’ascesa di Passo Campolongo e del Bec De Roces a 2.080 metri, scendendo poi a tutta verso Arabba per cimentarsi infine sull’ultima salita di Passo Pordoi (2.239 m.) prima dell’arrivo a Canazei.
Quattro passi…, quelli dolomitici delle quattro vallate ladine attraversate dal percorso, che costringono i partecipanti ad affrontare un dislivello totale di oltre 2700 metri, niente male se consideriamo che tutta la gara si corre col buio della notte e che gli scialpinisti, rigorosamente sempre in coppia, possono contare solo sul fascio di luce del proprio faretto fissato obbligatoriamente sul casco, e sulla luce delle torce che delimitano il tracciato.
Tra gli iscritti anche Martin Riz, qualificato atleta fassano che faceva parte del gruppo di soccorritori quel triste 26 dicembre, e che è scampato miracolosamente alla tragedia. In gara anche l’ex campionessa del mondo team e campionessa europea Catherine Mabillard in coppia con Andrea Zimmermann. La partenza è fissata per le ore 18.00 di venerdì 5 marzo dalla piazza centrale di Canazei, l’arrivo dei primi invece - se le condizioni meteo non saranno un ostacolo – è annunciato verso le 21.15.

SKI ALP VAL RENDENA, ESORDIO DEL MEMORIAL STEDILE
Domenica 7 marzo viene riproposta la Ski Alp Val Rendena, gara Fisi nazionale, giunta quest'anno alla sua sesta edizione. La gara è quarta prova del Circuito di Coppa Dolomiti, prova unica per l'assegnazione del titolo di Campione Trentino e prima prova del circuito Fabio Stedile riservato alle categorie junior e cadetti.
Mentre le iscrizioni crescono a ritmo sostenuto, con ottima partecipazione dei giovanissimi come era nelle speranze del Comitato Organizzatore, i tracciatori sono tutti i giorni al lavoro sul percorso di gara. L’attenzione è altissima visti gli incidenti di questi giorni, ultimi di una dolorosa serie, che hanno visto coinvolti sci-alpinisti esperti colti di sorpresa dal distacco della massa nevosa. La parola d’ordine è soprattutto sicurezza per una manifestazione che coinvolge oltre 700 persone tra concorrenti, volontari e spettatori.
Per la prima volta in Val Rendena sarà in gara anche il fortissimo Guido Giacomelli, atleta nazionale di origine Valtellinese che ha fatto il vuoto al Tour de Sas di domenica scorsa infliggendo ben 4 minuti al suo inseguitore. Staremo a vedere se Martin Riz, vincitore delle due passate edizioni, verrà a difendere, su questo tracciato a lui tanto congeniale, il titolo della Ski Alp Val Rendena. Tra le donne attesa per la strepitosa Maddalena Wegher quest’anno davvero in forma strabiliante e per la intramontabile Orietta Calliari che ha sempre gradito il percorso tecnico della gara rendenese. Il via alle ore 8.30.

Aggiungi un commento