.

Categoria: 

Coppa Alpi Centrali Classic, domenica si corre il Trofeo Remedio

Maurizio Torri
25/2/2009

Alla la 13ª edizione del Valtrompiaski- Trofeo Remedio favori dei pronostici all'inedito binomi Marco Bulanti - Matteo Pedergnana

Tutto è pronto per la grande festa dello scialpinismo in Alta Val Trompia, che come nelle passate edizioni ospiterà domenica 1 marzo, affiancata al classico raduno non competitivo “Valtrompiaski” giunto alla sua 13ª edizione, la gara “classic” a coppie “Trofeo Gianni e Mario Remedio” anche quest’anno valida come 5ª prova della Coppa Alpi Centrali Classic.
La partenza, come nella scorsa edizione è prevista a Collio sul passo Maniva.
Le straordinarie nevicate di quest’anno hanno imposto agli organizzatori la priorità della sicurezza nella scelta del tracciato, tralasciando per questa edizione emozionanti ma pericolosi passaggi in canali, canalini & co. Il percorso della gara, molto fisico e veloce, prevede la partenza a Passo Maniva,dietro lo Chalet (1669).Sci ai piedi, pronti via, gli atleti affronteranno un primo tratto di salita che costeggia le piste del locale comprensorio sciistico per poi immettersi nella nuova pista di fondo che li porterà fino all’attacco della prima salita verso il monte Dasdana (2190). Dopo questo primo strappo di 500 metri di dislivello, molto fisici e veloci, il primo cambio pelli porterà i corridori alla lunga discesa che terminerà a Malga Fassole (1365). Fuori dal secondo cambio pelli i partecipanti alla gara si troveranno una salita lunga e spezzata da tre strappi: dosso Mericolo, dosso Terminale e infine nuovamente la cima di Monte Dasdana. Strappate le pelli al terzo cambio ci sarà una breve discesa al lago Dasdana, dove dopo il quarto cambio pelli gli atleti ripartiranno, pronti per giocarsi la gara sull’ultima salita di 300 metri di dislivello che li porterà sul Dasdanino. Infine passato l’ultimo cambio pelli, una facile discesa in larga parte in neve battuta porterà i concorrenti al traguardo, ripercorrendo le tracce della prima salita iniziale.
Il raduno prevede invece 2 percorsi, uno “lungo” ed uno “corto”. Il percorso “lungo” quest’anno sarà davvero degno dell’aggettivo che lo caratterizza: ai “radunasti” che vorranno godersi in sicurezza questo percorso, spetteranno all’incirca 1300 metri di dislivello. Il percorso sarà identico a quello della gara eccezion fatta per la discesa al lago Dasdana, esclusiva del percorso agonistico. Se per gli scialpinisti più allenati ed in forma non sarà un problema risalire da Malga Fassole, pur avendo già nelle gambe i 500 metri di dislivello della prima ascesa al monte Dasdana, per quelli con meno uscite nelle gambe ci sarà da sudare nella risalita al monte Dasdana.
Per chi non volesse “esagerare” è previsto, come di consueto, un giro “corto” che prevede comunque 800 metri di dislivello.
Per chi volesse, sono disponibili sul sito i profili altimetrici aggiornati.
Gli organizzatori sperano nella buona riuscita della loro manifestazione, quest’anno patrocinata oltre che dalla Comunità Montana della Val Trompia e dalla provincia di Brescia, anche dalla Regione Lombardia.

Giacomo Remedio

Aggiungi un commento