Categoria: 

Circuito Coppa Alpi Vertical, slitta la prima prova

Maurizio Torri
17/12/2008

Ad alzare il sipario sul challenge 2008/2009 sarà il Trofeo Crazy Idea del 28 Dicembre

Anche se con una falsa partenza, per l’inverno agonistico 2008/2009 è stato confermato il circuito Alpi Centrali Vertical Race. Ad illustrarci modalità di svolgimento e novità rispetto all’edizione “0” di questo challenge, il responsabile di settore Stefano Spini: «Calendario alla mano, avremmo dovuti partire sabato con la gara di Madesimo – ha esordito -. La prova d’esordio, per problemi tecnici ed organizzativi, non è saltata ma è slittata a data da destinarsi». Ad alzare il sipario sul ranking lombardo sarà quindi la crono di Pescegallo: «Cominceremo sabato 28 dicembre con il 4° Trofeo Crazy Idea, per poi passare il 14 gennaio a Caspoggio con la “1000 metri al chiar di luna”. Il 4 di febbraio saremo a Bormio con la “1000 metri alla Rocca”, mentre l’11 avremo la prova conclusiva all’Aprica, sede della Stralunata. In questo lasso di tempo dovremo identificare una data buona per recuperare anche la kermesse della alta Valle Spluga». Rispetto all’inverno 2007/2008 non è quindi prevista alcuna trasferta fuori provincia: «Essendo quasi tutte prove infrasettimanali, si è visto che gli atleti faticavano ad effettuare lunghi spostamenti. Pur mantenendo il nome di circuito lombardo, si è pensato di raggruppare le prove più vicine tra loro per poi arrivare a dar vita a dei veri e propri circuiti provinciali. Nel comprensorio delle Alpi Centrali ne dovrebbero nascere tre: quello sondriese, bergamasco e della Val Ossola». In tema di regolamenti, invece, nessuna novità: «Avremo ancora due scaglioni di partenza: per atleti fisi e concorrenti non tesserati – ha concluso Spini -. Ci è sembrato giusto mantenere invariata questa formula per andare incontro alle esigenze di agonisti ed amatori. Numeri alla mano, il circuito,ha valorizzato ogni manifestazione. Statisticamente, ai nastri di partenza si è visto un 80% di atleti tesserati e un 20% di amatori. Dunque, bene così».

Aggiungi un commento