.

Categoria: 

24° Pizzo Scalino, decretati i campioni lombardi team 2009

Maurizio Torri
30/3/2009

Titoli a Matteo Pedergnana - Daniele Pedrini, Raffaella Rossi - Laura Besseghini e Aldo Cantoni - Andrea Marconi

Acqua, neve e umidità a livelli altissimi non hanno fermato gli uomini della Sportiva Lanzada. Ieri mattina la Gara del Pizzo Scalino 2009 si è svolta regolarmente con un tracciato di riserva che si è rivelato decisamente all’altezza della situazione.
Nella location caspoggina, gli uomini del comitato organizzatore hanno predisposto tre salite con conseguenti discese che hanno trovato consenso unanime tra i concorrenti. Per la cronaca, confermando i pronostici della vigilia, hanno vinto Matteo Pedergnana – Daniele Pedrini dello Sci Club Alta Valtellina (1h03’15”); mentre al femminile si sono imposte Raffaella Rossi dello Sci Club Valtartano al fianco di Laura Besseghini dello Sci Club Sondalo (1h26’11”). Vittoria la loro che vale pure il titolo regionale classic a squadre.
Tra i giovani, da citare il primo posto junior di Michele Boscacci (Polisportiva Albosaggia) e quello cadetti di Cesare Fognini (Sci Club Valtartano). Passando alla cronaca di gara, sulla prima ascesa, fatta di continue rampe in pista, Matteo Pedergnana e Daniele Pedrini hanno innestato il turbo mettendosi al comando di un gruppetto davvero agguerrito.
Sulle loro code gli ex iridati Graziano Boscacci – Ivan Murada e la squadra A dello Sci Club Valtartano composta da Marco Bulanti – Paolo Moriondo. Tolte le pelli, la facile discesa in neve fresca ha regalato il primo colpo di scena: Graziano Boscacci non ha visto la zona cambio ed ha tirato dritto. Ciò, oltre a fargli perdere la momentanea seconda piazza, ha letteralmente cambiato il volto della gara. Al posto d’onore, dietro i fuggitivi dell’Alta Valle, sono infatti passati i biancoblù Bulanti – Moriondo. A lottare per il terzo posto ben 4 equipe: Giovanni Tacchini – Mattia Curtoni, Andrea Calcinati – Emanuele Miotti, Roberto Benzoni – Giovanni Zamboni e Stefano Lanzi – Carlo Clerici.
Le numerose inversioni sotto la seggiovia e il tratto a piedi non sono serviti a sgranare i pretendenti al bronzo di giornata. A fare la differenza sono invece stati i dossi dell’ultima discesa. La miglior tecnica del duo Gildo Grassi – Marco Vavassori ha permesso a questo inedito team di guadagnare secondi preziosi; usciti bene dal cambio, hanno poi vinto la volata verso il traguardo posto in leggera salita su Lanzi – Clerici. Quinto posto di giornata per i ragazzi della “Bassa” Giovanni Tacchini – Mattia Curtoni.
Se al femminile la rodata coppia Besseghini – Rossi si è guadagnato il titolo lombardo di specialità con oltre 25’ sulle locali Sabrina Rossi – Brunella Parolini, tra i master gli inossidabili Aldo Cantoni – Andrea Marconi (Polisportiva Albosaggia) hanno trionfato e conquistato l’oro regionale in 1h18’54”.
Nelle categorie giovanili, confermata la difficoltà di questo sport nel reclutare elementi del “gentil sesso”: al via solo ragazzi. Tra questi un Michele Boscacci versione ufo ha subito preso il largo vincendo in 1h03’16”. Alle sue spalle ennesima positiva performance del bormino Matteo Bignotti (1h08’45”) e terzo posto per il gerolese Filippo Curtoni (1h12’15”). Nella prova cadetti, tris del Valtartano con primo posto di Cesare Fognini (1h16’03”), Samuele Vairetti (1h18’39”) e il debuttante Marco Gusmeroli (1h28’55”).

Aggiungi un commento