.Scarpa

SUCCESSO PER ALPITEC CHINA 2012

Sottotitolo: 
Alpitec China 2012 Fiera internazionale specializzata per la tecnologia alpina ed invernale

6/3/2012
Tags: 
alpitech
cina
2012
bilancio
fiera
mondo
outdoor

La quarta edizione di Alpitec China di Fiera Bolzano si è svolta nel quartiere fieristico del China National Convention Center (CNCC) di Pechino ha registrato un 38% in più di visitatori...

353 espositori su una superficie totale di 35.000 m² hanno partecipato a ISPO Beijing ed Alpitec China, la piattaforma Business to Business che gli operatori del settore dello sport e delle tecnologie invernali considerano leader in Asia. Nel quartiere fieristico di Pechino, il padiglione 1 è stato riservato ad Alpitec China con 65 gli espositori da nove Paesi diversi: Austria, Canada, Cina, Francia, Germania, Italia, Polonia, Svizzera, Stati Uniti. Un 25% sono aziende cinesi, ma anche l’Alto Adige è ben rappresentato con uno stand collettivo organizzato e curato da EOS, Export Organisation Alto Adige della Camera di commercio di Bolzano.

 

 
Nei settori merceologici di Alpitec China spiccano l‘ampia offerta di servizi di consulenza pensati per gli investitori, gli impianti di risalita e per l‘innevamento programmato, gli strumenti per la realizzazione e la manutenzione delle piste di sci, i macchinari per la preparazione degli sci, i veicoli e gli accessori per le piste.
 

 

 

 

Norbert Meier di Wintersteiger afferma: “Siamo presenti dalla prima edizione di Alpitec China perché per noi è un’occasione unica per incontrare in unico momento tutti i maggiori player del mercato delle tecnologie invernali. Questo mercato in Cina è sicuramente molto in crescita e Wintersteiger, come uno tra i maggiori esponenti del settore, non può mancare ad un appuntamento come questo”.
 
Joseph Yu, di MWI, M Waily International Canada, soddisfatto delle opportunità di contatto offerte da Alpitec China ha detto: “Per un’azienda internazionale come noi Alpitec ci aiuta ad espandere il nostro mercato in Cina. Il mercato sta esplodendo in questo settore in Asia e Alpitec ci fa incontrare i giusti clienti professionali”.
 

 

 

 

Mirco Demetz, di DemacLenko dichiara: “Siamo presenti nel mercato cinese dal 2005 e vediamo molto potenziale in questo mercato. Alpitec China è la piattaforma ideale per presentare il nostro prodotto e in generale per il business della tecnologia invernale. Nei prossimi anni ci sarà un buon sviluppo nel settore degli sport invernali in Asia e sono già in atto diversi progetti”.
 
Thomas Oswald di Skidata conferma che Alpitec China è la giusta piattaforma per entrare nel mercato cinese: “Siamo anche quest’anno presenti ad Alpitec perché siamo contenti dei risultati ottenuti nelle scorse edizioni, siamo riusciti ad entrare nel mercato asiatico e abbiamo buoni presupposti per il futuro e possibilità di vendita per la prossima stagione”.
 
Yanh Li di Doppelmayr in Cina sostiene: “Alpitec China è la piattaforma per la tecnologia e gli sport invernali e quindi Doppelmayr, azienda leader in questo settore non può mancare a questo appuntamento perché colpisce il nostro target”.
 

 

 

 

Jean Bijuet della Johnson Controls Neige conferma che: “Il mercato cinese si è espanso molto e siamo convinti che tra poco tempo sarà ancora migliore. Sicuramente noi come esperti di sistemi per l’innevamento programmato ci dobbiamo essere per supplire la mancanza di neve naturale in Cina. Tra pochi anni sicuramente si svilupperanno molti progetti che abbiamo messo in cantiere in Cina e cresceranno molti altre località sciistiche”.
 
Il congresso internazionale Asia Pacific Snow Conference ha fatto da sfondo all‘esposizione di prodotti e servizi degli espositori e si sono registrati oltre 100 operatori del settore. Tra le tematiche principali trattate al congresso spiccano la relazione del coreano Young Ho Seo, che ha esposto i rischi e le opportunità dello svolgimento delle olimpiadi nel 2018 a Pyeong Chang, l’intervento dello svizzero Marco Ryhner basato sul management di destinazioni turistiche sull’esempio del villaggio ecologico Sino-Swiss nella località di Wangping a 50 km da Pechino. Inoltre, Jennifer Rowan della rivista SAM, ha parlato delle top 10 attività estive che creano business nei resort di montagna e Ping He, sempre nella stessa direzioni, ha spiegato il potenziale degli ski resort nel periodo senza neve.
 

 

 

 

Inoltre, per portare il know-how e la competenza altoatesina ed europea in Asia, nel padiglione di Alpitec China viene organizzato il progetto “Ski Service Professionals Course”, una piattaforma formativa per gli operatori dell’industria invernale già attiva dalle scorse edizioni con workshop su varie tematiche. Nell’edizione 2010 e 2011 si era tenuto un workshop per la preparazione degli attrezzi sportivi, mentre quest’anno il TIS con il Cluster Alpine Safety, l’EOS - Export Organisation Alto Adige della Camera di commercio di Bolzano, il team di soccorso alpino dell’Alto Adige e Doppelmayr, hanno organizzato delle dimostrazioni live in tema di sicurezza e salvataggio da un impianto a fune operato da professionisti del soccorso alpino.
 
A dare coraggio alle aziende italiane presenti in fiera sono stati in visita il responsabile ICE in Cina, Antonino Laspina e l’ambasciatore italiano in Cina, Attilio Massimo Iannucci, che ha visitato uno ad uno gli stand italiani e ha confermato il pieno appoggio e disponibilità da parte dell’ambasciata per tutte quelle imprese che vogliono entrare nel mercato asiatico.  
 

Aggiungi un commento