Categoria: 

Ultimo test federale superato ai pieni voti per lo Sci Club Alta Valtellina

Maurizio Torri
11/11/2008

Faceva freddino, oggi, a Valdidentro (SO) in occasione della “final inspection” per la prova di Coppa del Mondo di fondo che lo Sci Club Alta Valtellina manderà in scena il 13 e 14 febbraio 2009. Un sopralluogo di routine, per verificare lo stato dei lavori organizzativi, e in particolare un check sulle due piste che saranno teatro delle gare di febbraio. Venerdì 13 toccherà agli specialisti della sprint, impegnati su un tracciato di 1706 metri per i maschi e di 1423 metri per le donne.

Sarà una gara impegnativa più del solito, con due salite toste che potranno fare la differenza. La seconda ascesa, rivista con nuovi profili, ha 40 metri di dislivello e sarà “tagliata” a metà per la gara femminile. Sabato 14, invece, ultima gara prima dei Mondiali di Liberec, una 10 e 15 km in classico su un percorso che è al limite del regolamento in quanto a dislivello massimo. È la pista “Viola”, con lo sviluppo di un anello di 5 km per le donne (da coprire due volte), mentre i maschi gareggeranno sull’anello di 7,5 km (due giri). Al sopralluogo dell’“Alta Valtellina Nordic Ski Cup” di oggi era presente anche Juerg Capol, il direttore FIS della Coppa del Mondo di fondo, che si è detto soddisfatto dei lavori. Per il comitato c’erano il presidente Luigi Confortola e il segretario generale Martino Rocca, mentre è intervenuto anche l’assessore allo sport di Valdidentro, Manlio Viviani, il quale ha confermato la massima collaborazione dell’amministrazione comunale. Pista ok, insomma che mette in bella mostra anche il poligono di biathlon, fiore all’occhiello dello Sci Club Alta Valtellina. Ora manca solo il freddo, necessario per produrre la neve da utilizzare per predisporre il fondo, in attesa di quella naturale. I lavori più importanti sono stati portati a termine. A Capol e alla responsabile media della FIS, Sandra Spitz, è stata presentata anche l’area che ospiterà la sala stampa, mentre i responsabili di InFront hanno compiuto gli ultimi sopralluoghi per produrre al meglio le immagini del grande evento valtellinese trasmesso in diretta in mezzo mondo. Importanti anche le risorse umane: Luigi Confortola ha confermato la disponibilità di 145 volontari che garantiranno il regolare svolgimento della gara. Attenzioni particolari anche per il pubblico. Sono state coinvolte le scuole della zona, e così a bordo pista ci saranno tanti studenti per ammirare da vicino i campioni dello sci di fondo. Porte aperte a tutti gli spettatori: diversamente da come succede nelle gare di Coppa all’estero, a Valdidentro ci sarà entrata libera per tutti, con maxischermo per seguire le poche “zone d’ombra” di chi starà comodamente seduto sulle tribune nello stadio. Una macchina organizzativa puntuale, al passo con tutti gli step proposti da Capol e dalla FIS. L’esperienza maturata in tanti anni di attività, non ultima la collaborazione tecnica dello scorso marzo alle finali di Coppa del Mondo di fondo a Santa Caterina Valfurva, è una garanzia. (Foto e Fonte Newspower)

Aggiungi un commento