Categoria: 

Sale la tensione in vista della "Final Climb"

Maurizio Torri
20/11/2008

Mancano meno di 50 giorni allo “start” della due giorni finale del Tour de Ski in Val di Fiemme (3 e 4 gennaio), con l’attesissima e affascinante “final climb”. Un week-end con i più forti fondisti al mondo che concludono una serrata sfida di nove giorni sugli sci attraverso Germania, Repubblica Ceca e, appunto, Italia, sulle nevi del Trentino.

Teatro delle gare sarà lo stadio del fondo di Lago di Tesero, con la 10 km e la 20 km in tecnica classica di sabato 3 gennaio, e quindi la gara in tecnica libera con la salita finale del Cermis di domenica 4 gennaio. Oggi, finalmente, le temperature sono scese sotto lo zero e così sono entrati in funzione i cannoni che hanno iniziato ad imbiancare le piste. La stagione ufficiale di Coppa del Mondo è al via proprio questo fine settimana e così si potrà capire lo stato di forma degli atleti, soprattutto degli italiani che nei primi test hanno dimostrato di essere al passo con i migliori. Il Tour de Ski scatterà da Oberhof (GER) il 27 dicembre, ma è ormai assodato che sarà la salita finale della Val di Fiemme a dire l’ultima parola, un’inusuale ascesa che in meno di quattro chilometri è in grado di sovvertire ogni pronostico. La gara, però, è ben più lunga dei 4 chilometri, con un primo tratto di pista all’interno dello stadio iridato e quindi il trasferimento lungo la pista Marcialonga fino ai piedi del Cermis. Le ragazze dovranno coprire una distanza di 10 chilometri e i maschi di 11 chilometri, con un elettrizzante rush finale su una salita che presenta dei tratti al 28% di pendenza. (Foto e Fonte newspower)

Aggiungi un commento