Karpos

Categoria: 

Magda Genuin, quinto posto a Davos ed ora punta a Düsseldorf

Maurizio Torri
16/12/2008

Acuto della bellunese del CS Esercito nella gara sprint di Coppa

Dopo un avvio di stagione un po’ sottotono, ieri è arrivato il primo piazzamento di rilievo per il Team Viessmann Italia di fondo, che ha festeggiato il buon quinto posto della bellunese Magda Genuin nella sprint in tecnica libera di Davos (Svizzera), immediatamente alle spalle dell’altra azzurra Arianna Follis (quarta), nella gara vinta dalla slovena Petra Majdic. Un risultato che va accolto con l’entusiasmo del caso, quello della 29enne portacolori dell’Esercito, che si è così confermata sui valori espressi nel corso della stagione passata, quando riuscì a conquistare il primo podio della carriera (terza nella sprint di Canmore, in Canada). Un quinto posto al quale va aggiunta la vittoria del 4 dicembre scorso a Grenoble, in Francia, in una sprint inserita nel calendario internazionale FIS. Magda Genuin c’è, dunque, ora pronta a cercare un nuovo acuto, con la possibilità di farlo già nel corso del prossimo weekend, quando nella tedesca Düsseldorf saranno in programma un’altra sprint in tecnica libera (sabato 20 dicembre) ed una team sprint (domenica 21 dicembre), gare che la vedranno sicura protagonista. Sarà questo l’ultimo appuntamento prima del Natale per i fondisti di Coppa del Mondo, i quali però non potranno festeggiare più di tanto in quanto, proprio il 25 dicembre, penderanno la volta di Oberhof (in Germania), dove il 27 dicembre scatterà la terza edizione del Tour de Ski, rassegna a tappe alla quale sicuramente Magda Genuin prenderà il via. Più incerta, invece, la situazione degli altri atleti del Team Viessmann Italia, tra luci ed ombre. L’esordio stagionale di Gällivare (in Svezia) regalò un Cristian Zorzi in grande recupero dopo il doppio infortunio della scorsa estate (frattura prima ad un dito del piede poi alla mano), subito a punti nella 15 km a tecnica libera svedese (24° e secondo miglior italiano in classifica, davanti anche a Giorgio Di Centa e agli altri compagni). Niente da fare, invece, per “Zorro” nella sprint di Davos, 32° e fuori dalle fasi ad eliminazione diretta, con la possibilità di un immediato riscatto la settimana prossima a Düsseldorf. Per lui, senza ombra di dubbio, l’appuntamento “clou” è quello con i campionati del mondo di Liberec, dove è chiamato a difendere il titolo di campione del mondo conquistato a Sapporo nel 2007 in coppia con il bergamasco Renato Pasini, ottimo terzo domenica a Davos. Qualche segnale, poi, lo ha mandato anche l’altoatesino Roland Clara, 26° nella 15 km in tecnica libera di Gällivare e 24° nella 30 km mass start (sempre in skating) di La Clusaz del 6 dicembre scorso, discorso che vale anche per Fabio Santus (a punti nella 30 km di La Clusaz, 22°). Thomas Moriggl e Valerio Checchi (entrambi finora mai a punti), sembrano ancora in fase di rodaggio, con quest’ultimo chiamato a confermare la vittoria del gennaio scorso conquistata nella canadese Canmore, sua prima gioia in Coppa del Mondo. Da segnalare anche che Fabio Santus ieri si è piazzato secondo a Livigno in occasione della prima prova della FIS Marathon Cup. La trasferta tedesca del prossimo weekend sarà indicativa per i velocisti, mentre per gli altri il prossimo appuntamento è quello con il massacrante Tour de Ski (sette tappe in nove giorni con chiusura in Trentino, in Val di Fiemme), per il quale verranno diramate le convocazioni nei prossimi giorni. (foto e Fonte Newspower)

Aggiungi un commento