Categoria: 

Gran Fondo val Casies

Maurizio Torri
2/12/2008

Il Comitato organizzatore è già all'opera per una 26ª edizione da favola

Classico appuntamento con l’assemblea annuale per la Gran Fondo Val Casies, occasione per fare il punto in vista dell’edizione numero 26, in programma per il 13, 14 e 15 febbraio 2009, con la spettacolare City Sprint di Monguelfo ad aprire le danze nella serata di venerdì 13 febbraio, seguita dalla terza edizione della granfondo in classico (sabato 14) e dal 26° episodio della granfondo in tecnica libera (domenica 15), queste ultime due con partenza ed arrivo a San Martino. Un’assemblea salutata da un’abbondante nevicata che, aggiunta a quelle dei giorni scorsi e al grande freddo che le ha precedute, ha portato una ventata di sano ottimismo nella vallata altoatesina, che ora può guardare con fiducia ad una prossima apertura delle piste, con possibilità già per le festività di Sant’Ambrogio (7 dicembre), con una pista tutta “naturale”. Un mese di novembre che ha portato neve ed iscrizioni in abbondanza e con una spiccata presenza internazionale. A fianco del classico zoccolo duro italiano, infatti, cresce la domanda di partecipazione da parte di Paesi votati allo sci di fondo, quali la Norvegia, la Svezia, la Francia e la Repubblica Ceca, seguite dalle onnipresenti Germania, Austria e Svizzera. Si presenta così la 26.a edizione di quella che è la prima granfondo in Alto Adige per importanza, la seconda in Italia e la quinta in tutta l’Europa Centrale, con una partecipazione media annua di 1589 atleti, mentre il totale dei partecipanti ammonta a quota 39.735 (16.622 sono invece i fondisti che l’hanno affrontata almeno una volta). Lecito parlare di appuntamento “clou”, se si pensa che la gara organizzata dal comitato presieduto da Walter Felderer è al sesto posto per importanza, soprattutto mediatica, tra tutti i 300 eventi sportivi organizzati in Alto Adige, la cui eccellenza negli sport invernali è seconda a pochi. Grandi numeri per un grande evento, che quest’anno presenterà alcune interessanti novità. Su tutte, quella di “Just for Fun”, evento non competitivo in programma per domenica 15 febbraio, su una distanza indicativa di 30 km ma libera a tutti gli effetti. Un appuntamento per veri amatori, per i quali non ci sarà cronometraggio ma il semplice piacere di una sciata domenicale su uno dei percorsi più apprezzati dai fondisti, con consegna finale di medaglia e diploma di partecipazione anche in caso di ritiro prima del traguardo, senza dimenticare lo sconto del 25% sulla quota d’iscrizione ed il diritto ad usufruire dei ristori sul percorso e del ristoro finale. L’altra novità riguarderà, invece, la gara inaugurale, la City Sprint di Monguelfo che, dopo il significativo inserimento nel calendario di Coppa Europa di un anno fa, si riproporrà per il sesto anno consecutivo, quest’anno nei panni di gara FIS. Cambierà, nello specifico, il senso di marcia del percorso, mentre il presidente del comitato organizzatore della sprint, Alex Burger, sta pensando ad allestire per la prima volta una Monguelfo fatta tutta di neve. Sabato 14 sarà poi la volta della granfondo in tecnica classica (30 km), per la prima volta inserita anch’essa nel circuito Tirol Trophy, mentre la chiusura spetterà come da tradizione alla granfondo in tecnica libera del 15 febbraio, con la possibilità di scelta sulla doppia distanza di 30 e 42 km. Ma non è finita qui, perché la Gran Fondo Val Casies pensa ai propri concorrenti ed ha allestito per loro un apposito servizio di trasporto. Si tratta di “Bus&Run”, servizio che, nelle giornate di sabato 14 e domenica 15, prevede delle corse giornaliere in autobus da Verona (partenza ore 5.20 dal casello Verona Nord) alla Val Casies, con fermate ai caselli autostradali di Rovereto Sud (ore 6.05), Trento centro (6.30) e Bolzano sud (7.15) ed arrivo in Val Casies alle 9.00, seguito dalla distribuzione dei pacchi gara direttamente sull’autobus. Nel pomeriggio il viaggio di ritorno (partenza ore 16.00). Info: www.valcasies.com (Foto e Fonte Newspower)

Aggiungi un commento