.

Categoria: 

RUNBALDO BIKE 2011 - AVIO (TN)

Maurizio Torri
30/7/2011

ALLE PENDICI DEL MONTE AVIO... UN GRADITISSIMO RITORNO!!

Era il lontano 1967 quando nel paese di Avio nasce, su iniziativa di don Salvatore Tonini una associazione di giovani con l’intento di promuovere iniziative a favore dei giovani. Nel 1970 l’impegno del neo gruppo formatosi si focalizza sulla valorizzazione delle montagne che circondano il paese organizzando per la prima volta la cronoscalata podistica a staffetta Avio – Madonna della Neve...

Per dieci edizioni consecutive la manifestazione vide impegnati atleti ed amatori nella prima domenica di agosto e ben presto la manifestazione riscosse un interesse nazionale con la partecipazione di atleti di spessore quali Chiesa, Debiasi e Varesco. Alla distanza di quarantuno anni da quella lontana domenica 2 agosto, con lo stesso spirito e con le stesse motivazioni, un gruppo di associazioni del territorio trainate dall’entusiasmo dell’ideatore uniscono le forze per riproporre le sensazioni di quel avvenimento.

Domenica 25 settembre 2011 con una formula rivisitata, ma crediamo vincente, proponiamo la stessa cronoscalata con l’aggiunta di una sezione in mountain bike, proprio nel centro abitato e sui sentieri della nostra montagna come lo spirito del C.G.A. Circolo Giovanile Avio aveva ideato.

La formula di duathlon in tre sezioni permetterà agli atleti di cimentarsi in specialità diverse partendo dalla corsa su asfalto, passando poi alla corsa in montagna su sentiero, sino all’ultima sezione in mountain bike su strada forestale. L’evento anche se con lo scopo promozionale è riservato a quanti in possesso di certificazione medica agonistica per l’evidente impegno psico-fisico necessario a compiere anche le singole sezioni. Questo però non esclude che sarebbe estremo orgoglio, per il gruppo delle associazioni promotrici, veder sfilare fra i rappresentanti della squadra giovanile di scialpinismo di cui contiamo di avere una significativa rappresentanza, i protagonisti delle prime edizioni.

Al termine della manifestazione che vedrà l’arrivo alla Malga Lavacchio a quota 1369 m.s.l.m. dopo 1238 metri di dislivello percorsi, sarà predisposto un campo per offrire agli atleti ed a tutti i simpatizzanti un pranzo realizzato dalle locali associazioni. Al termine seguiranno le premiazioni delle staffette che avranno realizzato i tempi migliori e la premiazione degli eventuali atleti che si cimenteranno nella salita tutta d’un fiato dal paese sino alla sommità dei piani del Lavacchio.

Vorremmo ringraziare quanti già da subito e quanti in un secondo tempo si adopereranno per permettere la realizzazione di un evento con connotazioni storiche e turistiche di grande interesse, per lo spirito associazionistico e di volontariato che lo contraddistinguono.

Aggiungi un commento