Categoria: 

MEMORIAL BIANCHI: 2ª PROVA DEL GRAN PRIX CORSAINMONTAGNA.IT

Alex Scolari
30/7/2010

BIWOTT E CONFORTOLA PER CHIUDERE I CONTI, TUTTI GLI ALTRI ALL’ARREMBAGGIO !

Si avvicina a grandi passi la 47ª edizione della CORSA IN MONTAGNA DI MALONNO, in palio punti pesanti per il GRAND PRIX “corsainmontagna.it”: a contenderselo in quel dell’alta Valle Camonica ci saranno tutti i migliori della classifica generale, con il Kenyota della FARNESE VINI Nicodemus Biwott che prova a chiudere subito ogni discorso per la vittoria finale. Al femminile gara superlativa, degna di un campionato d’Europa: Antonella Confortola contro le sue compagne d’azzurro, Maria Grazia Roberti, Cristina Scolari e Valentina Belotti, con cui meno di un mese fa ha vinto l’oro continentale in Bulgaria

Nicodemus Biwott ed Antonella Confortola: si riparte da loro due, dai trionfatori della prima prova del Grand Prix www.corsainmontagna.it che il 21 Giugno scorso, sulle strade e sui sentieri della BOLOGNANO-VELO, hanno tenuto a battesimo la speciale kermesse articolata su tre prove e che eleggerà il prossimo 22 agosto a Susa, nel Torinese, il RE e la REGINA della Montagna, come solennemente recita lo slogan del Grand Prix. Ma per arrivare sul trono la strada è ancora lunga e dovrà passare per forza tra i castagneti e le pinete del MEMORIAL GIOVANNI BIANCHI MALONNO, pronto a fare la parte del leone nel week end che sta arrivando. La superclassica Bresciana della corsa in montagna richiamerà in alta Valle Camonica un parterre di atleti degno di una finalissima di Campionato Italiano, ed altrimenti non poteva essere, visto il montepremi importante e la visibilità che il Grand Prix garantiranno ai protagonisti. Ad affrontarsi nella 47^ edizione di una gara che ormai ha fatto la storia della specialità saranno davvero i super big della corsa in montagna: tra nazionali azzurri, campioni italiani e superstar straniere ci sarà davvero solo da scegliere su chi giocare il proprio pronostico, in una gara che vive l’incertezza e l’attesa dei grandi eventi.

Al maschile i favoriti della vigilia sono soprattutto due: Nicodemus Biwott e Jean Baptiste Simukeka. Gli atleti africani (Biwott proviene dal Kenya mentre Simukeka dal Rwanda) hanno caratteristiche ideali per il percorso del Memorial Bianchi, che alla dura e selettiva salita iniziale fa seguire una discesa dapprima tecnica e spericolata, ma molto breve, per poi distendersi in una lunga planata verso il traguardo che richiede quelle caratteristiche di spinta e velocità vero marchio di fabbrica di ambedue. Ad opporsi all’African Power proveranno in tanti, in testa a tutti un Marco De Gasperi che farà davvero di tutto per non cedere lo scettro di Malonno, dopo che nelle ultime 3 edizioni ha dettato la propria legge inanellando fantastiche vittorie e portando a 4 il computo totale delle affermazioni al Memorial Bianchi, entrando nel ristretto novero dei pluri-vincitori, in compagnia di mostri sacri del calibro di Antonio Molinari, Costantino Felter, Privato Pezzoli, Alfonso Vallicella e Costantino Bertolla. Ma il campione della Forestale non sarà solo, come detto la linea di partenza sarà una vera e propria parata di stelle: Lele Manzi e Marco Rinaldi (Forestale), Eris Costa e Danilo Bosio (La Recastello), Max Zanaboni, Cristian Terzi ed Andrea Regazzoni (Valli BG Leffe) e poi ancora: Rolando Piana (Genzianella), Alex Baldaccini (GS Orobie), Luca Cagnati (Caprioli S.Vito). Tanto talento al maschile dunque, meno quantità ma superlativo livello al femminile, dove a sfidarsi saranno le 4 azzurre che ai recenti Europei di Sapareva Banya, in Bulgaria, hanno centrato la medaglia d’oro per nazioni. Tutti gli occhi saranno in particolare su Antonella Confortola e Valentina Belotti: la prima è leggenda vera dello sport azzurro, già olimpionica del fondo alle olimpiadi di Torino, più volte azzurra di corsa in montagna e pluri-titolata, la Confortola guarda a Malonno anche per chiudere il discorso Grand Prix, dopo la netta vittoria di Bolognano. Di fronte troverà una Valentina Belotti in stato di grazia, appena reduce dall’aver stabilito il nuovo record del mondo sul KM verticale, domenica scorsa alla Chiavenna-Lagunch. Ma per la fenomenale scalatrice di Temù le credenziali non si esauriscono qui: ad un 2009 mostruoso (campionessa Italiana, argento Europeo e titolo Mondiale) si aggiunge un avvio di 2010 non da meno con un 2° ed un 1° posto nelle gare di campionato italiano, un altro argento continentale individuale e la possibilità, vincendo Malonno, di andare a giocarsi anche il Grand Prix alla 3^ prova. Inserirsi tra le due contendenti sarà compito di Maria Grazia Roberti e Cristina Scolari. Le due bresciane conoscono il Memorial Bianchi come le loro tasche e soprattutto la Roberti è chiamata a difendere qualcosa come 5 trionfi malonnesi ed il record sul percorso, stabilito proprio lo scorso anno quando il crono si fermò a 44’ e 08”.

Fuochi d’artificio e spettacolo nella gara “corta” da 9,5 km dunque, ma Malonno è da qualche anno anche sinonimo di lunghe distanze: per il 4° anno viene riproposta l’attesa MARATONINA IN MONTAGNA, l’evento che richiama sui sentieri soprattutto tantissimi Master ed Amatori, vogliosi di sfidarsi sugli oltre 21 km che collegano idealmente i 47 capitoli camuni della corsa in montagna, andando ad omaggiare con il passaggio tutti i vecchi traguardi utilizzati nelle passate edizioni. Anche per le categorie Master naturalmente c’è il Grand Prix in ballo: Bolognano ha emesso i primi verdetti, la tappa malonnese potrebbe a questo punto rimescolare le carte in vista della finale.

L’organizzazione ricorda che il termine ultimo per iscriversi è Giovedi 28 luglio 2010, nelle modalità che sono contenute nello speciale opuscolo in distribuzione in questi giorni o consultabili al sito internet www.unionesportivamalonno.it

Aggiungi un commento