.

Categoria: 

LA MARCIALONGA RUNNING SI “ACCENDE” ANCHE BATTOCLETTI AL VIA PER IL “BIS”

Maurizio Torri
5/9/2009

Il vincitore della prima edizione del 2003 sfida gli africani. Le dominatrici delle ultime tre edizioni a confronto: Curreli o Carlin. La Marcialonga si conferma da sempre gara dai grandi numeri

Marcialonga Running all’insegna dei corridori africani? Fino a ieri sembrava di sì, da oggi non è più così scontato con l’adesione di Giuliano Battocletti, il primo vincitore (nel 2003) della corsa che parte da Moena ed arriva a Cavalese.

La gara, che scatta domani mattina, oggi pomeriggio si è allineata con i 1.500 iscritti dello scorso anno. La Marcialonga Running, insomma, piace, non solo agli atleti quotati da podio ma anche e soprattutto ai “runners” amanti della corsa.

L’ambientazione della Marcialonga Running che corre all’ombra delle Dolomiti della Val di Fassa e poi del Lagorai e del Latemar in Val di Fiemme, regala scenari affascinanti, ma in più c’è la tradizionale atmosfera della Marcialonga che anche d’inverno passa all’interno dei paesi delle due vallate.

Domani la partenza è fissata al centro Navalge di Moena alle 9.30, poi, dopo un tratto sulla statale delle Dolomiti, i runners si immergeranno nella loro naturale “pista”, la ciclopedonale che congiunge le due valli, meglio conosciuta come pista Marcialonga. I concorrenti transiteranno poi per Predazzo, Ziano, Panchià, Lago di Tesero, Masi, per poi chiudere in Viale Mendini a Cavalese, in tutto 25,5 chilometri con una salita finale pronta a determinare i ranghi della classifica.

Tanti, dunque, i partecipanti come consueto per gli eventi Marcialonga, ma la gara di testa sarà tutta da seguire col keniano David Cheruiyot e i due marocchini Saaid Ribag e Hicham Elbarouki, che appunto dovranno vedersela con Battocletti il quale, quando si tratta di correre sul “misto”, sa trovare i giusti stimoli. In gara anche il fassano Massimo Leonardi, già sul podio tre volte e che, se saprà incollarsi al gruppetto di testa, potrebbe trovare lo spunto giusto nel finale.

Si preannuncia frizzante anche la gara femminile. Ci sono due “ex” di lusso, le vincitrici delle ultime tre edizioni, vale a dire Marinella Curreli (2008) e Monica Carlin (2006 e 2007), ma tra loro potranno inserirsi due outsiders quali Gegia Gualtieri e Federica Ballarini.

I primi sono attesi sul traguardo verso le 10.50, le donne invece poco dopo le 11.00.

La Marcialonga Running chiuderà il ciclo della combinata con le altre due gare “sorelle”, quella con gli sci e la Cycling: finalmente si conoscerà il vincitore della Combinata Punto3 Craft.

Anche questa edizione assegnerà il titolo mondiale lunghe distanze per i laureati in medicina e odontoiatria, mentre al mattino prima dell’arrivo dei top runners si terrà la Mini Running per i più piccoli, sugli ultimi 600 metri del percorso.

Info: www.marcialonga.it

Aggiungi un commento