.

Categoria: 

SIETE PRONTI PER UN PO' DI SLACKLINE?

Sottotitolo: 
Due punti di ancoraggio, un po’ di equilibrio e il gioco è fatto...

Nicola Gavardi
30/5/2013
Tags: 
slackline
sport
passione
segreti
intervista

Sport dinamici, moderni, giovani.. Non potevamo rimanere immuni e non approfondire la disciplina che impazza tra i climbers e gli sportivi di montagna..

Abbiamo sentito per voi Dario Cinchetti di Spider Slackline. Ci prenderà per mano e ci farà scoprire i segreti e i consigli per godere al meglio la “fettuccia” J

 

Perché Slackline?

Il termine SLACKLINE, da cui deriva lo slacklining appunto, significa letteralmente corda molle, proprio a sottolineare la caratteristica principale di questo sport: camminare su  una fettuccia di poliestere tesa tra due punti sulla quale si cammina. Questa disciplina, che per certi versi assomiglia all'arte del funambolismo, vi differisce in alcuni aspetti fondamentali: innanzitutto si cammina su una fettuccia piatta e non su un cavo o su una corda, inoltre nella slackline non è previsto l'uso del bilanciere.  Il materiale di cui è fatta la fune dunque non è tendenzialmente statico, come quello della fune dell’acrobata da circo, ma subisce continue e sorprendenti oscillazioni che devono essere assorbite dall’atleta affinché non perda l’equilibrio e cada, facendo dello slacklining un esercizio di equilibrio e di bilanciamento dinamico.

 

 

A cosa è dovuto il boom della disciplina?

Questa disciplina è nata intorno agli anni ‘ 80 in America, ed originariamente è legata al mondo dell’arrampicata, ma con il tempo si è evoluta diventando una disciplina completa, diventando molto popolare in paesi come il Brasile e alcuni stati Europei, come Germania, Francia e presto molto probabilmente lo sarà anche l’Italia. Proprio per questo motivo, dalla passione di un gruppo di amici di Bergamo nasce Spider Slackline, che è la prima azienda italiana nata dalla passione per la slackline. 

La pratica della Slackline si divide in alcune sottocategorie, le cui principali sono: Trickline (creare le più incredibili evoluzioni (tricks) sopra la fettuccia tentando di non cadere) , Longline (questa specialità consiste nel tentativo di camminare lungo una fettuccia il più lunga possibile) e Highline (camminare, di solito imbragati, su una fettuccia tesa ad un’altezza considerevole).

Il boom di questa disciplina è dovuto al fatto che prima di tutto è una disciplina davvero completa e divertente da praticare. La parte relativa alle trickline è molto legata alle discipline freestyle, le quali sono tutte in forte crescita (basta pensare allo sci e nello snowboard). Non da meno però l’utilizzo regolare della slackline permette di migliorare ad ogni atleta nelle proprie prestazioni sportive.

 

 

 Come praticarlo al meglio?

La slackline è davvero una disciplina molto facile da praticare, servono solo due punti di ancoraggio per montare la linea (tipicamente due alberi, per iniziare tra una distanza di 8-10 metri è sufficiente) e la linea può essere montata in pochissimi minuti e da chiunque. Poi si può iniziare a camminare ed a fare le prime evoluzioni sulle linee. Montando poi la linea a differenti altezze e regolandola a differenti tensioni si possono ottenere sempre nuovi stimoli e si possono fare molti miglioramenti. Questa disciplina è perfetta per rilassarsi e per essere praticata anche in gruppo con gli amici.

 

 

 

 

Perché lo slackline è molto apprezzato  tra i climbers?

Principalmente perché questa disciplina è nata e si è sviluppata nel mondo dell’arrampicata e perché permette di sviluppare equilibrio e propriocettività, fondamentale per questo sport come praticamente per tutti gli altri. La slackline inoltre può essere montata alla base di una parete e può essere utilizzata come divertente intrattenimento tra una parete e l’altra.

 

 

 

Alcuni atleti provenienti da sport diversi lo utilizzano come “allenamento”. Quali sono i benefici?

Moltissimi atleti utilizzano ormai quotidianamente la slackline come attrezzo sportivo, per migliorare la loro prestazione sportiva. Nell’ambito della corsa in montagna e sci alpinismo il più famoso è sicuramente Kilian Burgada che adora davvero questa disciplina, ma non  è di certo neanche l’unico. Anche la nazionale italiana di snowboard durante i suoi raduni è solita allenarsi anche utilizzando le slackline. Proprio la scorsa settimana infatti, la nazionale italiana si è radunata a Talamone per iniziare la preparazione in vista delle prossime olimpiadi invernali di Soči  e durante la settimana hanno utilizzato la Spider Slackline WHITE per allenarsi.

La Slackline quindi può essere usata come mezzo di allenamento “propriocettivo” , cioè che permette di  migliorare il controllo del movimento del proprio corpo nello spazio. Recenti studi dimostrano che praticando la slackline si può migliorare notevolmente la propria stabilità ed equilibrio, migliorano notevolmente le capacità di reagire ai differenti stimoli da parte del corpo e migliora il proprio controllo posturale. La slackline è anche adatta per aiutare a sviluppare una maggiore forza (dovuta alla forza che il muscolo deve sviluppare per il bilanciamento dinamico), per migliorare nel salto ed è anche utilizzata nella riabilitazione a seguito degli infortuni (Es. delle caviglie).

 

 

 

Esistono gare di slackline in Italia?

Attualmente questa disciplina non è riconosciuta a livello ufficiale, però è possibile trovare gare (o contest) di trickline ai vari meeting dove i vari atleti possono mettersi in mostra e esibirsi nelle evoluzioni più incredibili. Di recente Spider Slacklines è stato sponsor ufficiale del meeting nazionale organizzato al parco di Trenno a Milano dallo Slack Passion Team, dove tutti gli appassionati di slackline d’Italia e anche da alcune nazioni d’Europa si sono dati appuntamento per un weekend all’insegna della slackline. In queste gare ad eliminazione i vari atleti possono iscriversi ed una giuria formata da esperti giudica le loro performance.

Video Spettacolare: http://www.youtube.com/watch?v=QWTdsa9XZQU

 

 

 

 

 

Dove è possibile cimentarsi?

Sul territorio Italiano ci sono differenti team di slackliners ai quali è possibile affiliarsi ed iniziare a praticare slackline con loro. A Milano invece durante quest’estate, durante l’iniziativa “Mi Muovo” il gruppo Slack Passion in collaborazione con Spider Slacklines saranno in diversi parchi della città per avvicinare la gente a questa disciplina, oppure è possibile provare ad uno dei qualsiasi eventi che Spider Slackline organizza ogni weekend su tutto il nord Italia (e non solo). Attraverso Facebook ed i vari social network altrimenti si possono trovare molto facilmente tutti vari gruppi che praticano slakcline in Italia.

Resta il fatto che la cosa più veloce rimane acquistare una slackline e montarla nel proprio giardino o al parco tra due alberi, ed iniziare a cimentarsi ed a trovare il proprio equilibrio, da soli oppure in compagnia di amici.

Commenti

È un'attività che sviluppa la percezione del proprio corpo, peso e dei limiti ad esso connessi. Il bello è scoprire di riuscire a farcela!!! a superare il limite del corpo...l'importante è partire solo quando si è davvero pronti, altrimenti non fai nemmeno un passo e si è già per terra. aiuta a trova il proprio centro. Mi Piace!

E' stato anche argomento di una delle prime puntate di Superquark 2013 dove, se ben ricordo ... :) è risultato essere di aiuto nella prevenzione dell'Alzheimer

dove è possibile acquistarla?

Salve, vorrei sapere se la slackline è un po' come se fosse antani, soltanto in due o con cofandina. Grazie

Aggiungi un commento