.

Categoria: 

A marzo il cross country va allo stadio. La Maremma Cup parte col piede giusto

Maurizio Torri
10/1/2009

È pronto il tracciato della Maremma Cup del 1° e 8 Marzo

La Maremma e la bicicletta, un matrimonio ormai consolidato, sia che si parli di mtb che di bici da strada. Ma quando si parla di mountain bike, allora il riferimento giusto è il territorio che fa corona a Massa Marittima. È un’area che piace agli italiani ma soprattutto agli stranieri, e che Thomas Frischknecht ha “adottato” come sua seconda patria. Frischknecht è uno degli artefici di Maremma Cup, un evento, anzi due eventi, collocati all’inizio del mese di marzo con due week-end intensi di mtb-cross country proprio a Massa Marittima, la “perla” della Toscana meridionale con il suo borgo che, nei due sabati di vigilia della Maremma Cup - vale a dire il 28 febbraio ed il 7 marzo - sarà pure teatro di una sfida tra campioni. Maremma Cup, dunque, una gara a cui stanno strizzando l’occhio fior di campioni, un evento da vivere come protagonisti in sella ma anche come spettatori, trascorrendo due week-end, quelli del 1° e 8 marzo, all’insegna dello sport e del divertimento. Alla competizione possono partecipare le categorie elite, under23, master e junior. Ora il percorso è pressoché definitivo e già teatro di allenamento di molti bikers. Bello il tracciato, appena a ridosso del centro abitato e con tutte le caratteristiche di un grande e impegnativo percorso da vera mountain bike. È situato nella parte alta di Massa Marittima, e affonda le radici nel parco di Poggio e nella zona boscosa appena adiacente. È un susseguirsi di sentieri, saliscendi, tratti impegnativi tra gli alberi, con una lunghezza di circa 5 km ed un dislivello di 120 m. che i partecipanti affronteranno più volte in base alle categorie. Si parte e si arriva allo stadio. Per due week-end il pallone fa spazio alla mtb, merito di Ernst Hutmacher, altro protagonista del team organizzatore insieme a Frischknecht e a Martino Fruet che col campione elvetico ha scovato il tracciato. Lo stadio A. Elmi fa da palcoscenico alla manifestazione e sulla sua pista di atletica si snoderanno i due giri di lancio, poi il percorso si sviluppa in uno spettacolare “toboga” all’interno del parco di Poggio con curve in rapida successione ed un continuo cambio di dislivello; questa parte sarà sicuramente la più spettacolare per il pubblico, che potrà gustarsi i duelli dei campioni e godere di un’ottima visibilità senza doversi spostare più di tanto, con l’orizzonte che corre verso il mare. Dopo circa un paio di chilometri dal via, la gara propone un tecnico single track dove la concentrazione sarà massima a causa delle molte pietre affioranti e della discesa molto tecnica, che ha già un nome (“di Janes”) con curve lente e strette. C’è poi un piccolo torrente da attraversare, dopo il quale si affronterà una breve ma ripida salita chiamata “la Galleria”. Per prender fiato e consentire agevolmente i sorpassi è previsto un breve tratto asfaltato, ma dopo 200 metri il percorso si tuffa nuovamente nel bosco, nell’area che comunemente è chiamata “delle Tane”. C’è un nuovo single track, scorrevole e spettacolare con curve e controcurve in successione, pietre e salti: sarà una calamita per pubblico e fotografi. Non è ancora finita: successivamente i bikers dovranno affrontare la salita “dell’Ospedale” (tranquilli, è chiamata così perché vicino c’è il nosocomio...), ripida e con tante rocce, che Frischknecht e Fruet hanno inserito per fare selezione giro dopo giro. Lo stadio sancisce la fine del giro, una nuova passerella lungo la pista di atletica e poi giù di nuovo nel bosco, per una serie di giri consecutivi, spettacolo puro. Thomas Frischknecht, Martino Fruet e Nino Schurter hanno testato più volte il percorso e garantiscono che sarà una gara affascinante, grazie anche agli scenari della Maremma con gli scorci sul Golfo di Follonica, sull’isola d’Elba e le colline ricoperte di macchia mediterranea, vigneti e olivi, tipici del territorio. Info su www.maremmacup.com mentre le iscrizioni si possono effettuare tramite il sistema informatico federale all’indirizzo web ksport.fattorek.it/fci (Foto e Fonte Newspower)

Aggiungi un commento