INTERNATIONAL ROSETTA SKYRACE 2016 – RASURA (SO)

INTERNATIONAL ROSETTA SKYRACE 2016 – RASURA (SO) - Paolo Bert & Denisa Dragomir vincono Rosetta & circuito La Sportiva. FOTO & CLASSIFICHE ON LINE!!

INTERNATIONAL ROSETTA SKYRACE 2016 – RASURA (SO)

Paolo Bert & Denisa Dragomir vincono Rosetta & circuito La Sportiva. FOTO & CLASSIFICHE ON LINE!!

04/09/2016 - Scritto da: Maurizio Torri - letto 5145 volte

Mai una finale così elettrizzate e di così alto livello per il circuito la Sportiva Mountain Running Cup....

Record che saltano, gare scoppiettanti, la nebbia in quota a rendere ancora più magica l’atmosfera, colpi di scena a ripetizione, 370 atleti a comporre un parterre mai così internazionale. La Valle del Bitto ha incoronato il piemontese Paolo Bert e la rumena Denisa Dragomir re e regina del circuito La Sportiva Mountain Running Cup 2016. Messi in archivio Trentapassi SkyRace, ResegUp, Stava Mountain Race e Giir di Mont, a calare il sipario sono stati i sentieri del Parco delle Orobie Valtellinesi. Per questi due campioni un successo che vale triplo, entrambi oltre a vincere gara e circuito hanno infatti siglato i nuovi record di percorrenza alla 10ª International Rosetta Skyrace, la più bella di sempre.

 

 

22,4 chilometri (1740m di salita e altrettanti di discesa), 3 comuni coinvolti (Rasura, Cosio, Rogolo), 5 alpeggi attraversati (Tagliate, Piazza, Olano, Culino e Combanina). Un tracciato, duro, aereo e muscolare che ha regalato colpi di scena a ripetizione. Tutti si aspettavano il successo del giovane campione svizzero Remi Bonnet, al rientro dopo un periodo caratterizzato da diversi acciacchi. Pronti, via e la stella del Team Salomon ha imposto un forcing impressionante passando per primo ai due traguardi volanti  posti all’altezza dell’Alpe Tagliate e in Cima al Pizzo dei Galli.  Lui e Denisa Dragomir sono infatti transitati  primi Al 6° km, davanti alla Casera Vegia delle Tagliate e  si sono aggiudicati il Memorial  Bruno e Giuliana Martinalli.  Non paghi hanno dettato i tempi al GPM della gara, ai 2217m del Pizzo dei Galli, vincendo il Memorial Franco Garbellini. Se la cavalcata trionfale di Remi Bonnet si è interrotta nella picchiata verso il traguardo, Denisa Dragomir ha invece tenuto duro sino alla fine.

 

 

 

 

Un Paolo Bert mai così in forma, i quadricipiti provati dalla convalescenza, una discesa lunga e impegnativa hanno giocato un brutto scherzo all’enfant prodige di casa Salomon. Un finale che sembrava già scritto, ha invece regalato al numeroso pubblico presente un’inaspettata sorpresa: il piemontese del team Laspo è piombato come un falco sotto lo striscione d’arrivo, vincendo gara e circuito con il nuovo record di 2h09’13”. Seconda piazza in 2h10’36” per un comunque eccellente Remi Bonnet. Sul podio con loro il soldatino dell’Esercito Daniel Antonioli – 2h13’06”-. A seguire troviamo l’argentino Diego Simon, il trentino Gil Pintarelli, il rumeno Gyorgy Szabolcs, il lariano Fabio Ruga, il trentino Christian Varesco, il valtellinese campione di skialp Michele Boscacci e il primierotto, capitano del team La Sportiva, Michele Tavernaro.

 

Record, gara e circuito anche nella prova in rosa per una super Denisa Dragomir. Per lei ennesimo successo in 2h34’15. Seconda piazza per la sua connazionale e compagna di club nelle fila della Valetudo Skyrunning Ingrid Mutter -2h40’52”- e terza piazza per la sorpresa di giornata, la giovane stella del Santi Nuova Olonio Arianna Oregioni -2h42’45”-. Quarta la britannica Anna Lupton, quinta si è piazzata la danese Katrine Villumsen.

 

LA SPORTIVA MOUNTAIN RUNNING CUP: Una primavera/estate di corse a fil di cielo si è conclusa con i successi di Paolo Bert e Denisa Dragomir. Completano il podio maschile Gil Pintarelli 2° e il rumeno Gyorgy Szabolcs 3°. Al femminile sorpasso nella finale con Dragomir che passa sul filo di lana Ingrid Mutter 2ª. Salda in 3ª posizione la danese Katrine Villumsen

 

 

LINK CLASSIFICHE!!!   

 

 

PER VOI UNA GALLERY D'AUTORE GRIFFATA  Francesco Vaninetti!!! 

 


Aggiungi un commento

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.