Categoria: 

SKIUPHILL 2015 - RIO PUSTERIA (BZ)

Sottotitolo: 
A Philip Götsch & Alba De Silvestro l'ultima gara dell'anno...

Redazione
30/12/2015
Tags: 
SKIUPHILL 2015
rio di pusteria
2015
risultati

La prima tappa del circuito Eisacktal Cup ha chiuso il 2015. Ora un giorno di festeggiamenti in vista dei prossimi impegni e della tanto attesa neve....

Nella notturna Skiuphill a Valles/Jochtal, tracciato di 632 metri di dislivello per uno sviluppo di 3200 metri con partenza dalla stazione a valle ed arrivo a quella a monte di Jochtal ha vinto un super Philip Götsch. Seconda piazza per il suo capitano e compagno di club nelel fila del Bogn da Nia Urban Zemmer. Nei 5 anche Stofner, Nicolini, Oberbacher.

 

Al femminile ennesima conferma per la talentuosa portacolori del Team Dyna Alba De Silvestro che ha avuto la meglio su Elena Nicolini e sull'austriaca Katharina Zipser....

Commenti

Ma il talento delle atlete della nazionale italiana viene valutato in base ai risultati ottenuti nelle gare amatoriali? Per la serie "vi piace vincere facile?"

Non vedo quale sia il problema. Se facciamo parte della squadra nazionale quindi non possiamo partecipare alla gare amatoriali?

Il mondo è bello perché vario, ma amatore.... allora un atleta nazionale deve fare solo gare di coppa del mondo? Il bello di questo sport, secondo me, è che possiamo gareggiare spalla a spalla con campioni. E visto che la prima di coppa italia è saltata, almeno con queste vertical riescono a tenere il ritmo gara in vista delle prove vere

Ognuno può partecipare a qualunque manifestazione sportiva, purchè competa con concorrenti di pari livello...altrimenti: ti piace vincere facile. Atleti della nazionale e/o professionisti che vogliono allenarsi in gare amatoriali dovrebbero competere in una categoria a loro dedicata. Come in qualunque sport serio.

La bravura e professionalità degli atleti della nazionale è un elemento che potenzia la motivazione degli appassionati amatoriali... Gareggiare accanto a loro è un motivo in più per partecipare pagando l'iscrizione. I professionisti però vanno premiati a parte... . Altrimenti gli atleti non professionisti di un certo livello non si iscrivono più alle gare in cui non ci può essere alcuna soddisfazione di classifica per loro. E fanno bene. Per il podio qui, bisognava essere in grado di rubare il posto ad uno dei talenti della nazionale. Le partecipazioni dei professionisti sono BENVENUTE ma vanno fatte fuori Classifica. In altri Sport avviene regolarmente... Il successo di uno sport è fatto in gran parte dalla massa dei praticanti e dal loro entusiasmo. Che si non può correre il rischio di deprimere.

Aggiungo che questi appassionati sono un grande gancio di traino di turismo sempre attivo. Un buon atleta amatoriale che si piazza bene in classifica ed ha motivazione, si tira dietro un bel numero di persone. Spessissimo è poi in grado di coinvolgere ed espandere la sua passione a nuovi praticanti. Persone che spendono e spenderanno soldi in questa "passatempo". E' un testimonial automatico e gratuito sia di sport che di turismo. Perchè deprimerlo e deprimere questo virtuoso meccanismo...? E' una svista piuttosto grave su cui qualcuno è bene che rifletta....

Aggiungi un commento