Categoria: 

CRONO DELLA BEFANA 2018 - LANZADA (SO)

Sottotitolo: 
Michele Boscacci implacabile alla Befana. CLASSIFICHE ON LINE!!

Redazione
6/1/2018
Tags: 
alba de silvestro

Boscacci da record batte se stesso. Al femminile Sara Asparini mette il proprio nome nell'albo d'oro. Classifiche on line!!

Michele Boscacci da record alla gara della Befana. Per la stella del Cs Esercito ennesimo sigillo ed ennesimo positivo test in vista di una stagione che sta per decollare. Per il figlio d’arte di “Casa Albosaggia” nuovo primato che, di fatto va ad abbassare il 16’12” del 2016. Partito di gran carriera il neo campione italiano vertical ha spinto dall’inizio alla fine  andando a stoppare il cronometro sul sensazionale tempo di 16’04”. Il tracciato, disegnato sulla stradina silvopastorale di Lanzada che da località Tornadri porta sino all’alpeggio della Brusada, prevedeva un dislivello positivo di 350m e uno sviluppo di 2770m. Una vera sprint race su un percorso tutto da spingere con il cuore in gola. Seconda piazza per lo svizzero Marino Zanetti 18’03” e terza piazza per il malenco Stefano Lanzi 19’04”. A seguire Giovanni Ignizio e Stefano Bonetti.    

 

 

Al femminile sigillo di Sara Asparini in 24'28" su Francesca Rebecchi 26'29 e Eleonora Armenia 26’39”. Per quanto riguarda invece le categorie giovanili, a mettersi in luce ci hanno pensato Riccardo Boscacci, Heidi Venturini e Federico Bardea. La manifestazione, giunta alla sua 23ª edizione, ha visto la consegna del14° Trofeo Massimo Picceni ai due vincitori di giornata.

 

 

 

A bocce ferme, il presidente della Sportiva di Lanzada Fabiano Nana ha stilato un bilancio in corsa: «La Befana è da sempre un appuntamento utilizzato per tastare le proprie condizioni fisiche, atletiche e mentali su un tracciato veloce che nel corso degli anni ha visto al via tutti i migliori scialpinisti sondriesi e tanti, tantissimi amatori. Quest’anno uno dei più forti skialper a livello mondiale ha dimostrato di essere in ottime condizione abbassando il record del percorso da 16'12'' a 16'04''». Unica pecca, l’assenza giustificata di molti giovani impegnati nelle gare tricolori di Vermiglio: «Causa concomitanza con altre gare, soprattutto i campionati italiani giovanili, non ci ha permesso di avere i numeri elevati. Il nostro bilancio è comunque positivo. Ringrazio atleti, sponsor e i volontari presenti sul percorso per il buon esito della manifestazione».

 

(foto Cesare della Rodolfa)

 

 

Clicca qui per le classifiche!!!

 

Aggiungi un commento